World Manufacturing Forum: sull’onda di un generalizzato ottimismo

pages-1Se esistesse uno strumento per misurare il livello della fiducia e dell’ottimismo; ebbene senza dubbio durante il World
Manufacturing Forum 2014 i suoi indici sarebbero stati molto alti».

Con questa battuta lo scientific chairman del WMF Marco Taisch, ordinario al Politecnico di Milano, ha commentato il positivo andamento dell’ultima edizione della kermesse, svoltasi a piazza Affari.

«Sono stato colpito», ha detto, dal cambio di accento e toni percepibile nella maggior parte delle relazioni. Nei precedenti forum a Cernobbio (2011) e Stoccarda (2012) l’atteggiamento dei manager era a metà strada fra la cautela e il rimpianto per i fasti passati dell’industria, destinati a non tornare mai più. Quest’anno, è stato improntato alla fiducia, propositivo e proattivo, consapevole del fatto che negli Stati Uniti e in Europa il manifatturiero ha un ruolo di primo piano».

Leggi l’articolo completo sulla rivista digitale.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here