Windform al Maker Faire di San Francisco

EnergicaEgo_Stampa3DWindform_CareneParti e componenti realizzati con il 3D Printing diventano parti finali e prototipi funzionali grazie alla famiglia dei materiali Windform. Caricati con fibre di vetro o fibre di carbonio, queste polveri a base poliammidica, hanno cambiato il concetto di prototipazione rapida in produzione rapida.

Processi che prima richiedevano l’impiego di stampi per la costruzione e lo studio dell’oggetto, con il Windform, sono passati alla tecnologia additiva di ultima generazione. Questi materiali sono presenti sul mercato da oltre 20 anni, quando ancora la tecnologia additiva era agli inizi in America e pressoché sconosciuta in Europa.

Il Windform ha saputo evolversi nel corso di questi due decenni ed interpretare le necessità del mercato mondiale, andando ad anticipare soluzioni manifatturiere. Una storia portata avanti da CRP Technology, l’azienda proprietaria dei materiali che rappresenta una delle realtà produttive di particolari in fabbricazione additiva più qualificate.

Oggi il Windform offre al mercato mondiale un’alternativa alle metodologie tradizionali di produzione per piccole serie, per la realizzazione di prototipi funzionali e componenti finali.

Importanti passi avanti sono stati fatti sul Windform, come i test di outgas per l’impiego in ambito spaziale, i test epicutanei per il settore medicale, moda e design e i test di non conduttività, andando

ad ampliare l’uso del Windform in tutti quegli ambiti in cui sia richiesto un materiale isolante, impermeabile, altamente resistente, con l’opportunità di poter essere lavorato con le attrezzature CNC della meccanica di alta precisione.

Un unico materiale, due diverse tecnologie, quella del 3D Printing e della lavorazione CNC di precisione, che hanno trasformato in realtà, soluzioni applicative fino a qualche anno fa impensabili da realizzare con i metodi tradizionali.

E Windform sarà presente alla mostra Maker Faire di San Francisco (in programma dal 15 al 17 maggio) all’interno dell’area gestita dall’Agenzia ICE, gold sponsor della manifestazione americana.

A San Francisco si potrà ammirare la nuova generazione di stampa 3D e vedere da vicino micro satelliti impiegati in missioni aerospaziali, dispositivi medici costruiti sulla personalizzazione del portatore, oggetti di design dalle forme più svariate come le maschere Mater del brand Carapace, vere e proprie parti di auto da corsa e persino una moto elettrica supersportiva, studiata e sviluppata con i materiali Windform: Energica Ego, un elogio al design italiano, all’alta tecnologia e alle prestazioni d’avanguardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *