Un roseo futuro per il Digital manufacturing

L’adozione di soluzioni di digital manufacturing per ottimizzare la pianificazione della produzione e migliorare la propria efficienza produttiva permette alle aziende manifatturiere di accorciare i propri tempi di risposta, ridurre i costi di produzione e accelerare l’introduzione di nuovi prodotti. Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Analysis of the Global Digital Manufacturing Market”, rileva che il mercato ha prodotto entrate per 704,2 milioni di dollari nel 2012 e si stima che raggiungerà quota 928 milioni di dollari nel 2016. La ricerca riguarda le applicazioni  per i macchinari utilizzati nelle industrie automobilistica e dei trasporti, aerospaziale e della difesa, hi-tech ed elettronica e industriale. Si prevede che le economie sviluppate guideranno la crescita nel periodo di previsione, con il Nord America in testa. Tuttavia, è probabile che la prolungata crisi economica in Europa sia un deterrente per gli investimenti in questa regione, con un effetto sulla crescita a breve termine. Attualmente, l’obiettivo del digital manufacturing è più allineato verso le grandi aziende. Le piccole e medie imprese non ottengono un ritorno sull’investimento adeguato quando adottano il digital manufacturing. Ciononostante, la tendenza verso l’innovazione dei prodotti in tutti i segmenti di utenti finali darà slancio alle prospettive del mercato. Oltre al design dei prodotti, anche la capacità delle case produttrici di creare nuovi prodotti è fortemente determinata dalla pianificazione del processo produttivo.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here