Un fab lab in ogni scuola, per creare nuovi artigiani

3d text“La nostra sfida? Diffondere la cultura digitale tra i nostri artigiani. E il saper fare artigiano tra i nativi digitali”. La sfida di Mauro Colombo, direttore della Confartigianato di Varese, è stata vinta. Infatti, più o meno un anno fa, è stato inaugurato il primo fab lab della provincia, nello specifico a Tradate.

L’hanno chiamato Faber Lab e l’hanno attrezzato di stampanti 3d, fresatrici a controllo numerico e macchine a taglio laser. Ma soprattutto, lo hanno arricchito con la professionalità degli artigiani vecchia maniera e di giovani pronti a scambiarsi idee, esperienze, competenze.

“Ci siamo resi conto che per avvicinare i ragazzi alla nuova manifattura il vero nodo da sciogliere era quello tra scuola e lavoro”, spiega Mauro Colombo. È da questa consapevolezza che è nato il progetto Faber School. “Tutti chiedono alle scuole di avvicinarsi alle imprese, ma in realtà sono le imprese che devono provare ad avvicinarsi al mondo scolastico. Perlomeno, noi ci abbiamo provato”.

Cuore del progetto è la dotazione di sette stampanti 3d ad altrettante scuole della zona, ma non finisce lì. “Abbiamo organizzato dei corsi di formazione per i docenti, con l’obiettivo di renderli autonomi a formare i loro studenti e altri colleghi. E stiamo già prendendo contatti con altre quattro scuole, per estendere l’iniziativa”.

Qualche centinaio di chilometri a oriente, l’idea è venuta anche a quelli della Fondazione Nord Est, che, insieme a UniCredit e alle aziende Dws e Roland, produttrici di stampanti 3d sul territorio, hanno coinvolto quattordici scuole — prevalentemente politecniche — di Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia nel progetto Fab Lab A Scuola.

Ogni scuola ha attivato una campagna di crowdfunding gestita direttamente dagli studenti. Il motivo è semplice: anche la promozione di un’idea, non solo la sua realizzazione, è formazione al fare impresa.

A fare eco a Colombo è Peghin, presidente di Fondazione Nord Est, che sostiene che costruire un fab lab in ogni istituto superiore significhi “creare un laboratorio di ricerca per le imprese e gli artigiani, un passo fondamentale per la crescita di un territorio”.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here