Ucif: Marco Leva nuovo presidente

Marco Leva. Photo: www.anima.it
Marco Leva. Photo: www.anima.it

All’unanimità, il Consiglio dell’associazione Ucif, Unione dei Costruttori di Impianti di Finitura, ha eletto Marco Leva alla presidenza, già VicePresidente per due mandati.

Leva nasce nel 1962, si laurea in ingegneria elettrotecnica e fin da subito inizia a lavorare nell’azienda di famiglia fondata dal padre nel 1977. La società IMF ENGINEERING srl è specializzata nella realizzazione di impianti di finitura ad elevata automazione per i settori imballaggi metallici in alluminio e acciaio, ruote in lega leggera per autovetture e mezzi pesanti, pastiglie freni per autoveicoli.

Così si racconta il Presidente Leva. “Una volta completati gli studi, ho deciso di rimanere in azienda seguendo da vicino la fase di installazione e avviamento degli impianti di verniciatura, per passare poi alla parte tecnico-commerciale. Da qualche anno ho preso in mano la gestione completa dell’azienda”.

“Essere eletto alla presidenza di Ucif è un incarico che mi onora e che accetto volentieri. – dichiara Leva – Durante il mio mandato, con l’aiuto di tutto il Consiglio,intendo rafforzare ancora di più il contatto con le aziende del comparto che da oggi rappresento. So di poter contare su imprenditori molto validi con cui abbiamo tracciato un percorso per incrementare l’attenzione verso l’internazionalizzazione dell’Associazione e delle aziende partecipanti”.

L’associazione della finitura, dopo avere maturato un’esperienza molto positiva nel campo della formazione tecnica per i propri associati negli ultimi quattro anni, ha anche impostato un corso sulla ‘comunicazione’ per sviluppare la capacità di recepire e trasferire le informazioni sia in azienda che all’esterno.

“Abbiamo in questi anni spinto molto sul concetto di ‘orgoglio di appartenenza a Ucif’ e il messaggio che vogliamo trasmettere ancora oggi è proprio che ci si associa per partecipare e trarre vantaggio dalla collaborazione tra aziende”.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here