Tutte le tecnologie di progettazione in un unico pacchetto

La versione 2014 del software Cad di Delcam, Powershape, offre una gamma di nuove funzionalità per la conversione di disegni di prodotto in progetti da passare alla fase produttiva. Il software fornisce ora una serie ancora più potente e intuitiva di strumenti che aumentano la produttività grazie a una maggior automazione. Tutti i dettagli, compresi i video demo delle nuove funzionalità e la versione dimostrativa scaricabile, sono disponibili su http://lz.powershape.com. Offrendo una combinazione di funzionalità di modellazione e reverse engineering, PowerSHAPE fornisce la più ampia gamma di tecniche di progettazione disponibili in un unico Cad. Avere tutte le tecnologie in un unico pacchetto riduce la necessità di traferire dati tra più programmi e ottimizza l’intero processo di sviluppo del prodotto. Allo stesso tempo, la combinazione di veloci e facili opzioni di modellazione diretta con la potente e flessibile modellazione di superficie, rende PowerSHAPE la scelta ideale per ogni tipo di progettazione. 
Riparare i dati da altri Cad
Solid Doctor in PowerSHAPE consente da molti anni di riparare rapidamente e facilmente dati importati da altri sistemi Cad. Nella release 2014, queste capacità sono state ulteriormente migliorate con l’aggiunta del “Gestore Feature Intelligente”. PowerSHAPE può già riconoscere una varietà di feature solide dalla geometria di base importata, come filetti, scanalature, protrusioni ecc. Il Gestore Feature Intelligente permette di identificare tutte queste feature solide in una sola operazione e rendere così più facile e semplice questa analisi e ricostruzioni dei dati importati. Il software include una serie di filtri in modo tale che tutte le feature che rientrano in specifici criteri possano essere identificati nel modello. Per esempio, il Gestore Feature Intelligente può trovare tutti i fori che hanno lo stesso diametro specificato, o quelli che presentano un raggio compreso tra due valori. Analogamente, se una singola feature viene selezionata, si possono identificare con un semplice clic tutte le feature simili. Una volta che un particolare gruppo è stato identificato, tutte le feature possono essere nascoste o cancellate, contemporaneamente. Creare gruppi di feature simili facilita anche la gestione dell’albero delle feature.
Identificare le raggiature troppo piccole
Un problema comune ai progettisti è quello di trovare raggiature di valore troppo piccolo per procedere con la progettazione stampo coerente.
Il Gestore Feature Intelligente può essere usato per identificare tutti i raggi che hanno un valore inferiore a una particolare misura così che possano essere modificati in valori idonei alle successive fasi di produzione. Nella fase di creazione di raggi, sono stati aggiunti alla gamma di opzioni in PowerSHAPE due nuovi tipi di raggiature solide. Quelle di larghezza costante che creano una fusione basata su un raggio nominale quando la distanza tra due bordi rimane fissata oppure quelle con curvatura continua che crea una morbida fusione tra i bordi selezionati. Esse hanno sezioni trasversali curve, con il raggio che varia continuamente per coincidere con la curvatura delle facce sottostanti.
Superfici di sformo e di divisione del modello
Un’altra esigenza comune nella progettazione degli stampi è l’aggiunta di superfici di sformo e superfici di divisione del modello. Queste modifiche e simili operazioni ripetitive sono state semplificate con l’aggiunta dei pulsanti “Applica” per tutti i dialoghi sulla creazione di superfici che permettono operazioni multiple o operazioni su superfici multiple senza uscire dal comando specifico. Cliccando col tasto destro del mouse si ha lo stesso effetto che cliccare su “Applica”, velocizzando ulteriormente le operazioni ripetitive.
Il nuovo wizard matrice/punzone in PowerSHAPE è da molti anni un’opzione chiave per gli stampisti. Questa funzionalità è stata riscritta per essere ancora più efficace e veloce e divide il modello solido in componenti cavità e punzone che possono essere separati dinamicamente usando una semplice barra di scorrimento. Tutte le facce ambigue possono essere associate al lato più appropriato, mentre le regioni che richiedono carrelli o inserti possono essere associate a una linea di disegno completamente nuova. Se necessario, è possibile dividere le singole facce per poi associarle alla parte corretta dello stampo. Rappresentazioni grafiche chiare, come le ombreggiature dei sottosquadra, mostrano i potenziali problemi che possono insorgere durante la fase di progettazione e che possono così essere corretti fin dal primo stadio del processo.
Comando “estrusione del solido”
Un’altra utile novità è l’aggiunta del comando “estrusione del solido” che permette di creare solidi da curve multiple innestate in una singola operazione. Tutte le curve interne vengono estratte automaticamente dai solidi per dare forme cave. Questa opzione è ideale per la creazione di testi in bassorilievo, come i numeri di un articolo o i nomi di un prodotto, e feature di forme complesse.
Ci sono miglioramenti anche per quanto riguarda le mesh e le nuvole di punti: la densità delle mesh può ora essere ridotta, senza comportare alcuna perdita nell’accuratezza. É possibile specificare il numero massimo di triangoli, un valore percentuale, o una tolleranza obiettivo. Le mesh verranno adattate con un numero inferiore di elementi. Anche le nuvole di punti possono essere ridotte. I punti che si trovano ad una distanza specifica da un qualunque altro punto verranno rimossi e le curve possono essere adattate seguendo nuvole di punti. Questa particolarità può venire utilizzata, ad esempio, per adattare una curva morbida ad un insieme di punti digitato da una forma di una scarpa.
Delcam Electrode ora supporta elettrodi con vettore identificabile. Questo permette di estrarre ed utilizzare elettrodi che non sono allineati con l’asse principale, ma che utilizzano invece un asse arbitrario. Le regioni di erosione, le facce di estensione e sicurezza, vengono associate a colori differenti all’interno dell’automatismo di Delcam Electrode. Questo facilita l’identificazione delle zone dell’elettrodo in PowerMILL in caso di lavorazione automatizzata.

 
 
 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here