Tokai Carbon Italia: dalla grafite isotropica agli elettrodi finiti, e non solo

Elettrodo in HK6: grado di grafite top della gamma delle grafiti per EDM disponibili nel mercato. Principali caratteristiche: omogeneità, bassa granulometria, bassa resistività elettrica, elevate proprietà meccaniche. Alta lavorabilità e superiore rendimento durante il processo elettroerosivo in asportazione, finitura, tenuta di spigolo e rugosità superficiale ottenibile.
Elettrodo in HK6: grado di grafite top della gamma delle grafiti per EDM disponibili nel mercato. Principali caratteristiche: omogeneità, bassa granulometria, bassa resistività elettrica, elevate proprietà meccaniche. Alta lavorabilità e superiore rendimento durante il processo elettroerosivo in asportazione, finitura, tenuta di spigolo e rugosità superficiale ottenibile.

Presente in Italia dal 1994, Tokai Carbon Italia è oggi parte di un Gruppo europeo, facente capo alla casa madre nipponica, in cui operano globalmente circa un’ottantina di dipendenti, per un fatturato che si attesta a circa 25milioni di euro. Di questi, poco più di una decina sono direttamente impegnati sul territorio italiano nelle attività di trasformazione e distribuzione della grafite per applicazioni industriali, oltre alla commercializzazione di tutti gli altri prodotti componenti l’offerta.

«Questa – sottolinea l’amministratore delegato Roberto Attuati – è la nostra attuale struttura, chiamata a servire non solo il territorio nazionale, ma anche l’Europa, il medio Oriente e l’Africa, con una geo distribuzione ampia e diversificata». Una presenza ad ampio raggio dettata dalla posizione strategica che la filiale italiana di Trezzano Rosa (MI) ricopre nel network del Gruppo nipponico a livello europeo, nel quale ci sono 3 consociate più la holding di controllo tedesca. «In questo contesto – spiega Attuati – insieme alla filiale svedese, Tokai Scandinavia, alla Tokai Carbon UK e alla filiale tedesca, Tokai Carbon Deutschland, il nostro ruolo è quello di presidiare le ben più vaste aree prima citate, per un nostro giro d’affari che oggi è quantificabile in circa 6milioni di euro».

Grafite HK6: straordinari risultati per le sue eccellenti proprietà fisiche.
Grafite HK6: straordinari risultati per le sue eccellenti proprietà fisiche.

Business unit e servizi agli stampisti
Tokai Carbon vanta 5 business unit così distinguibili: produzione di Carbon Black, ovvero nero fumo per materie plastiche (materia prima per la produzione di pneumatici per automotive) con impianti in Giappone, in Asia e in Canada; produzione di elettrodi per acciaieria (per forni ad arco) con unità produttive in Giappone, in Asia e in Germania; un segmento che riguarda le grafiti speciali con una produzione (che supera le 10.000 tonnellate annue) interamente effettuata in Giappone; produzione di materiali ceramici avanzati e forni elettrici per alte temperature; area “friction”, ovvero produzione di prodotti di frizione per macchine agricole e movimento terra oltre a pastiglie freni in metallo sinterizzato per il settore motociclistico.

«La filiale italiana – rileva lo stesso Attuati – segue tre di queste cinque business unit, quello delle grafiti speciali, dei materiali ceramici avanzati e del segmento “friction”, nelle quali è direttamente coinvolta con clienti di primaria importanza dislocati non solo a livello nazionale, ma anche internazionale nelle aree presidiate del sud Europa, medio Oriente e Africa».

Roberto Attuati, Amministratore Delegato di Tokai Carbon Italia di Trezzano Rosa (MI).
Roberto Attuati, Amministratore Delegato di Tokai Carbon Italia di Trezzano Rosa (MI).

Attività all’interno delle quali si colloca con grande prevalenza la vendita di grafite isotropica sotto forma di semilavorati, blocchi interi, tagliati a misura, fresati , rettificati, oltre che la vendita di elettrodi per Edm lavorati e finiti. «Molto apprezzato dagli stampisti – prosegue Attuati – è anche il servizio di costruzione elettrodi, attivo e fortemente voluto sin dal 1999 in Tokai Carbon Italia, nato con il preciso obiettivo di dare a coloro che non ancora erano o sono attrezzati per lavorare la grafite, sia l’elettrodo lavorato su precisa specifica, sia una consulenza e un affiancamento tecnologico per realizzarlo».

Da sottolineare come ancora oggi Tokai Carbon sia l’unico produttore di grafite a offrire questo tipo di servizio, supportato presso la filiale italiana dall’impiego di software Cad/Cam di ultima generazione, capace di creare la matematica dell’elettrodo, ricevere la matematica dal cliente, generare la matematica stessa dal disegno bidimensionale, piuttosto che generare il percorso utensile.

«Dopo aver effettuato un’attenta analisi – aggiunge Attuati – non solo della conformazione geometrica dell’elettrodo, ma anche del numero di figure da erodere e della rugosità superficiale da ottenere, siamo così in grado di selezionare il grado di grafite isotropica più idoneo per la specifica applicazione».

Grazie alla presenza, sempre presso la sede milanese dell’azienda, di un’attrezzata officina meccanica dotata di fresatrici Cnc ad alta velocità a 3 e 4 assi, si possono così realizzare gli elettrodi. Questi ultimi possono essere anche lucidati al banco con la possibilità di eseguire anche il controllo dimensionale con relativa certificazione. Le seghe a nastro presenti sono invece deputate al taglio (a misura o in blocco) della grafite per successiva vendita, dal blocco intero da 200 kg, fino a elementi da 1.500 kg.

Tokai Carbon, ad oggi, è l’unica azienda produttrice di grafite isotropica per elettroerosione a tuffo, fornitrice anche di elettrodi finiti, lavorati nella sede italiana di Trezzano Rosa (MI) e nelle altre società europee del Gruppo.
Tokai Carbon, ad oggi, è l’unica azienda produttrice di grafite isotropica per elettroerosione a tuffo, fornitrice anche di elettrodi finiti, lavorati nella sede italiana di Trezzano Rosa (MI) e nelle altre società europee del Gruppo.

Innovazione tecnologica continua
Tra i principali produttori mondiali di grafite isotropica per elettroerosione a tuffo, Tokai Carbon è in grado di fornire una vasta e diversificata gamma di qualità capaci di coprire tutte le applicazioni Edm. Dalle esecuzioni HK0 (per sgrossatura di stampi dove è richiesta un’elevata asportazione nell’unità di tempo), finitura superficiale 36 VDI, durezza 56 Shore in granulometria di 13 µm, passando per le HK6 (grado di grafite superiore per l’altissima definizione ed eccellente nella lavorabilità), finitura superficiale 16 VDI, durezza 68 Shore in granulometria di 3 µm, fino alle esecuzioni denominate HK2C (grado di grafite isotropica impregnata di rame per applicazioni di altissima definizione), finitura superficiale 12 VDI, durezza 67 Shore in granulometria di 7 µm.

«Tra le nostre grafiti – rileva Attuati – spicca per storicità l’esecuzione HK15, grado ad ampio spettro applicativo, capace di soddisfare circa il 90% dei casi applicativi. Sostanzialmente è indicata per la lavorazione di stampi dove i requisiti comprendono un basso consumo dell’elettrodo e velocità di asportazione». Con densità di 1,83 g/cm3, questo grado offre una resistività elettrica pari a 12,5 µΩm, resistenza alla flessione fino a 550 kg/cm2, durezza 62 Shore in granulometria di 7 µm.

Ampia gamma di grafiti, dunque, in continua evoluzione grazie a importanti risorse che il Gruppo nipponico dedica costantemente alle attività di R&D, che permettono di raggiungere l’eccellenza di prodotto «Attività di ricerca e sviluppo – aggiunge lo stesso Attuati – che si svolgono presso il Fuji Research Laboratory in Giappone, dove circa un centinaio di persone sono costantemente impegnate nel migliorare tutte le 5 business unit di Tokai. Per la parte di grafiti e di elettroerosione, la rincorsa è certamente orientata verso l’elevata finitura e dimensioni sempre più generose dei semilavorati. Poter contare su geometrie maggiori significa infatti maggiore flessibilità e versatilità operativa».

Innovazione tecnologica attraverso la quale il Gruppo nipponico, insieme a tutte le proprie filiali, mira alla continua crescita sul mercato. «Mercato che ha mostrato per la filiale italiana – conclude Attuati – dati positivi di crescita, sia consolidati nel 2015, che in prospettiva per l’anno in corso. Pur vero è che la nostra attenzione è ormai proiettata verso il traguardo del centenario del Gruppo, che si celebrerà nel 2018. Abbiamo 2 anni di tempo per raggiungere i nostri obiettivi che, in termine di volumi e fatturato, sono molto ambiziosi ma al tempo stesso stimolanti».

Presente in Italia dal 1994, Tokai Carbon Italia di Trezzano Rosa (MI) è oggi parte di un Gruppo europeo, facente capo alla casa madre nipponica.
Presente in Italia dal 1994, Tokai Carbon Italia di Trezzano Rosa (MI) è oggi parte di un Gruppo europeo, facente capo alla casa madre nipponica.

A un passo dal secolo di storia
Fondato nel 1918, il Gruppo nipponico Tokai Carbon si appresta a tagliare il traguardo dei 100 anni di attività con un fatturato superiore al miliardo di dollari, generato dalle 5 business unit dove collaborano oltre 2mila dipendenti. Addetti, questi ultimi, dislocati oltre che nel quartier generale Tokyo e nei diversi impianti produttivi e uffici sempre situati in Giappone, anche presso le varie filiali tra cui quella italiana, con sede a Trezzano Rosa, alle porte di Milano, coordinata dall’amministratore delegato Roberto Attuati. Eccellenza di prodotto, di supporto e di servizio per il Gruppo Tokai, ma anche grande attenzione all’ambiente, considerato non solo una delle risorse aziendali, ma anche luogo dal quale tutte le risorse provengono e ritorneranno. In questo contesto ogni prodotto Tokai Carbon soddisfa ed è conforme non solo agli standard nazionali e internazionali, ma anche a rigorosi standard di sicurezza e di controllo di qualità interni, molto spesso più restrittivi dei requisiti di legge. Al fine di garantire la massima qualità e la sicurezza dei nostri prodotti, il Gruppo ha registrato nel giugno del 2012 attraverso l’Uami (Ufficio per l’armonizzazione nel mercato interno) un protocollo, denominato Daisy Protocol. Si tratta di un protocollo creato e applicato da Tokai Italia sia durante la ricezione di tutti i materiali, sia durante la spedizione degli stessi. Detto protocollo nasce sull’emozione generata dalla tragedia verificatasi in Giappone nel 2011, quando un devastante terremoto e il conseguente Tsunami, oltre a causare ingenti danni a persone e cose ha, quantomeno in Europa, innalzato la sensibilità verso la questione della contaminazione radioattiva. Infatti, in quel periodo, la Germania decise la chiusura di diverse centrali nucleari. Fermo restando che gli impianti Tokai sono distanti oltre 1.500 km in linea d’aria dall’area di Fukushima, Tokai Italia ha preso a cuore la richiesta di molti clienti, ai quali, dal 2012 possono essere forniti i valori reali di radioattività misurati sulla merce oggetto della fornitura. Ad oggi, nel proprio settore, Tokai è ancora l’unica e sola azienda che fornisce tale servizio, il quale garantisce una maggiore qualità dei prodotti, soddisfa la richiesta del mercato e mostra l’attenzione che dedica alla propria clientela. Da ricordare infine che i prodotti Tokai sono certificati ISO 9001 e 14001.

Tokai Carbon è oggi a tutti gli effetti l’unica azienda produttrice di grafite isotropica per elettroerosione a tuffo, fornitrice anche di elettrodi finiti.
Tokai Carbon è oggi a tutti gli effetti l’unica azienda produttrice di grafite isotropica per elettroerosione a tuffo, fornitrice anche di elettrodi finiti.

Al servizio degli stampisti
Tokai Carbon, ad oggi, è l’unica azienda produttrice di grafite isotropica per elettroerosione a tuffo, fornitrice anche di elettrodi finiti, lavorati nella sede italiana di Trezzano Rosa (MI) e nelle altre società europee del Gruppo. Tale attività, totalmente e integralmente svolta al proprio interno da personale qualificato, garantendo il pieno rispetto della discrezionalità delle informazioni ricevute dai nostri preziosi clienti, ha permesso di entrare nei processi di analisi di costruzione degli elettrodi e di valutarne i più variegati aspetti. Analisi e raccolta dati coi quali ha potuto elaborare conoscenza ed esperienza utile a consigliare ai propri centri di ricerca e sviluppo quali sono i punti di miglioramento nella produzione delle grafiti isotropiche prodotte, così da rendere il prodotto un condensato di tecnologia avanzata resa disponibile a coloro che tutti i giorni sono alle prese con la progettazione di stampi e alle varie difficoltà progettuali e realizzative delle varie parti. Comprese quelle riferite alla fresatura degli elettrodi in grafite e al loro impiego durante il processo di Edm a tuffo. Senza il contributo che quotidianamente viene dato attraverso il confronto con i clienti, in termini di richieste, necessità prestazionali, condizioni di lavoro dell’elettrodo ecc. l’azienda non sarebbe arrivata a realizzare prodotti come le esecuzioni HK15, HK2, HK20, HK75 e HK6.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here