Stratasys: la produzione additiva non sarà più la stessa

In occasione della fiera Formnext svoltasi a Stoccarda nel novembre scorso, abbiamo incontrato Giuseppe Cilia, Sales Manager Italy di Stratasys che ci ha accompagnato realmente e virtualmente in un percorso tra le più avanzate innovazioni proposte dalla società, presenza imponente nella fiera tedesca.

“Quest’anno ai visitatori è stata offerta un’esperienza di stampa 3D virtuale unica, che ha segnato la presentazione europea dei dimostratori 3D Stratasys Infinite-Build e Robotic Composite – ha anticipato Cilia. – Grazie alla collaborazione di Boeing, Ford e Siemens, i dimostratori 3D abbatteranno le barriere delle prestazioni dei componenti e dell’efficienza della produzione. L’esperienza della realtà virtuale ha consentito ai visitatori di esplorare queste tecnologie in un ambiente interattivo unico, e di esaminare i componenti reali prodotti da entrambi i sistemi presso l’Innovation Corner dello stand di Stratasys.”

Tra le novità Stratasys esposte in fiera, presentiamo la stampante di ultima generazione Stratasys Fortus 900mc, una stampante 3D FDM robusta, creata per la prototipazione funzionale, le attrezzature di produzione, la strumentazione e la produzione digitale diretta a cicli brevi.

“Si tratta di una stampante per grandi formati che soddisfa l’esigenza di una stampante 3D da produzione grazie all’elevata produttività, alla precisione e alla ripetibilità” ha specificato Cilia. La nuova generazione di stampanti 3D Stratasys Fortus 900mc Production per grandi formati ha mantenuto le ottime precisioni e l’elevata affidabilità caratteristiche di una stampante 3D per grandi formati, aggiungendo funzioni chiave e certificazioni per migliorare l’uso e il processo di installazione in modo da consentire all’utente di risparmiare tempo. La stampante Stratasys Fortus 900mc utilizza termoplastica di livello tecnico, incluso il materiale appena rilasciato, Nylon 6.

Stratasys Fortus 900mc offre un flusso di lavoro ottimizzato e un monitoraggio più semplice dei processi grazie a una fotocamera interna e al software GrabCAD Print. Sono incluse le certificazioni standard, che eliminano lo sforzo e i costi per qualificare la stampante 3D per il reparto di produzione dell’utente.

Stratasys Fortus 900mc è stata creata per la prototipazione funzionale, le attrezzature di produzione, la strumentazione e la produzione digitale diretta a cicli brevi.

La meccanica di base del sistema Stratasys Fortus 900mc resta invariata in questo sistema aggiornato, mentre le funzioni avanzate migliorano l’esperienza complessiva dell’utente.

Le funzionalità includono, tra le altre, la capacità di creare strumenti di produzione più resistenti e affidabili di prima o prototipi funzionali robusti con la termoplastica Stratasys più recente, Nylon 6 (Poliammide 6 / PA6), che offre caratteristiche superiori di resistenza e robustezza rispetto alle altre termoplastiche FDM.

Inoltre, al fine di aumentare l’efficienza e consentire all’utente di avere un controllo più serrato del processo di stampa, GrabCAD Print include il monitoraggio remoto, la pianificazione dei processi e i report lavorativi. L’utente del sistema utilizzerà il flusso di lavoro di GrabCAD Print, ottimizzato ed efficiente, che elimina la necessità della conversione dei file STL grazie alla possibilità di caricare i file CAD direttamente nella stampante 3D per la produzione.

Stratasys e Siemens insieme per la fabbricazione additiva nella produzione di grandi volumi
Stratasys Ltd e Siemens hanno annunciato e “mostrato” in occasione di Formnext la creazione di una partnership per integrare le soluzioni Digital Factory di Siemens con le soluzioni per la fabbricazione additiva di Stratasys.

“L’obiettivo della partnership – ha spiegato Cilia – è dare vita a una collaborazione tra le due aziende per la realizzazione del loro progetto congiunto finalizzato a inserire la fabbricazione additiva nel tradizionale flusso di lavoro della produzione per farla diventare una prassi universalmente riconosciuta che può apportare grandi benefici a molti settori dell’industria, da quella aerospaziale a quella automobilistica, al settore dei trasporti, dell’energia e degli attrezzaggi industriali.” Questo annuncio si aggiunge anche alla recente uscita della soluzione end-to-end della Siemens che integra il design digitale, la simulazione e la gestione dei dati con la produzione convenzionale e additiva.

Stratasys e Siemens collaborano a più progetti, tra cui il collegamento diretto dal software NX™ della Siemens per CAD/CAM/CAE alla piattaforma di stampa GrabCAD di Stratasys, che permette un flusso di lavoro dalla progettazione alla stampa 3D senza soluzione di continuità, e la recente anteprima del dimostratore multi-assiale Robotic Composite 3D di Stratasys basato sul software di gestione del ciclo di vita del prodotto (PLM) di Siemens e delle sue tecnologie di controllo del movimento e di automazione CNC per produrre pezzi e ricambi robusti, leggeri e performanti.

“Siemens è entusiasta di questa collaborazione con Stratasys e dell’opportunità di aiutare la clientela ad acquisire una nuova mentalità produttiva che riteniamo porterà a prodotti migliori fabbricati in modo più economico e consegnati in modo più efficiente” – ha dichiarato Zvi Feuer, vice-presidente del Manufacturing Engineering Software, Siemens PLM Software. “Ci siamo impegnati nell’industrializzazione della fabbricazione additiva con tutti i suoi eccezionali vantaggi, compresa la lavorazione di geometrie complesse, la produzione on-demand e la personalizzazione di massa.”

Anche se la tecnologia di fabbricazione additiva negli ultimi anni ha fatto enormi passi avanti, occorrono altri criteri per applicarla in ambienti di produzione in volumi e farla diventare comune come la lavorazione CNC. Stratasys e Siemens stanno progettando di affrontare queste sfide insieme.

“Con il suo ecosistema completo di apparati per la stampa 3D delle applicazioni dei clienti, piattaforme hardware e software, offerte di materiali avanzati e servizi di consulenza, Stratasys occupa una posizione unica per aiutare i produttori a sfruttare la stampa 3D per trasformare i propri modelli aziendali” – sostiene Dan Yalon, vice presidente esecutivo del settore Prodotti di Stratasys. “Stratasys è ansiosa di formalizzare la collaborazione con Siemens, che vede come un grande catalizzatore per l’industrializzazione della fabbricazione additiva.”

Il dimostratore Robotic Composite 3D di Stratasys svela un approccio ibrido per la produzione automatizzata di pezzi compositi che esce dalla mentalità di “stampa a strati” e consente di ottenere il pieno valore della fabbricazione additiva, da applicare alle strutture composite ad alto valore, rendendole più leggere che mai.

La prossima generazione di soluzioni per la fabbricazione additiva
A Formnext Stratasys e Siemens hanno collaborato alla realizzazione del dimostratore 3D Robotic Composite la cui anima è la tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) di Additive Manufacturing avanzata di Stratasys sincronizzata per un movimento multiassiale complesso. La soluzione è basata sull’architettura multioperativa estendibile e scalabile di Stratasys, dotata della flessibilità necessaria per integrare la fabbricazione sottrattiva, l’ispezione in linea e la verifica e rifinitura del prodotto. I materiali studiati da Stratasys vengono utilizzati per produrre strutture ottimizzate per peso e performance. Il risultato è un nuovo approccio ibrido alla fabbricazione che non presenta i tradizionali limiti della sovrapposizione composita di strati, né i limiti della stratificazione e del bisogno di materiali di supporto della stampa 3D tradizionale.

Il nuovo flusso di lavoro per il dimostratore inizia con il software NX di Siemens. NX permette ai progettisti di creare pezzi da produrre poi sul sistema, simulare e valutare il design per la fabbricabilità e generare ed inviare tutte le istruzioni di fabbricazione per la produzione dei pezzi. Le prestazioni vengono controllate durante tutto il processo di fabbricazione e comunicate direttamente ai sistemi di gestione operativa della produzione. Il risultato è un flusso di lavoro senza soluzione di continuità dal CAD al prodotto, che snellisce la produzione e garantisce la tracciabilità end-to-end e la qualità dei pezzi prodotti.

Il controllo del movimento per il dimostratore Robotic Composite 3D Stratasys funziona grazie a Sinumerik 840D sl CNC di Siemens. L’architettura “open” del controllo Sinumerik unisce le forze dell’NC Siemens alla cinematica flessibile del robot. L’integrazione con le tecnologie a controllo dell’estrusione di Stratasys per eseguire le istruzioni di produzione dal CAM NX permettono un alto grado di libertà per l’estrusione dell’FDM robotico.

Il nuovo materiale Stratasys FDM Nylon 6 è indicato per la personalizzazione degli strumenti di produzione, a d esempio questo calibro di controllo dell’allineamento dei fari delle auto, uno strumento resistente che non si rompe in caso di caduta nel reparto di produzione

FDM Nylon 6, un materiale resistente
Dopo l’annuncio pubblico del settembre scorso, FDM Nylon 6 è ora disponibile per la stampante 3D Stratasys Fortus 900mc Production. I produttori che utilizzano processi di produzione additiva apprezzano i componenti stampati in 3D caratterizzati da un’alta resistenza. Proprio per la sua resistenza, la famiglia di polimeri Nylon è una delle termoplastiche più utilizzate nella fabbricazione tradizionale. Questo materiale di livello tecnico viene utilizzato in una vasta gamma di applicazioni che richiedono un’elevata resistenza alla trazione. Stratasys FDM Nylon 6 offre la migliore combinazione di resistenza e robustezza tra i materiali FDM Stratasys correnti e consente la creazione di prototipi funzionali, strumenti di produzione e parti di produzione con elevata resistenza agli urti. L’uso di Stratasys Nylon 6 nella stampante Stratasys Fortus 900mc di ultima generazione secondo le previsioni interesserà tre principali gruppi i tecnici di prodotto e i tecnici/ingegneri di produzione che hanno l’esigenza di ottimizzare la produttività per creare soluzioni efficienti e convenienti dal punto di vista economico. Degno di nota il fatto che non esiste alcun percorso di aggiornamento dal modello Stratasys Fortus 900mc originale alla stampante Stratasys Fortus 900mc di ultima generazione. Stratasys FDM Nylon 6 può essere utilizzato sia sulla stampante Fortus 900mc originale che su quella di ultima generazione.

Annunciato a maggio, Stratasys GrabCAD Print ora è disponibile a livello globale.

GrabCAD Print è disponibile a livello globale
Stratasys ha annunciato a novembre la disponibilità globale di GrabCAD Print, che ora offre una compatibilità estesa con le stampanti 3D FDM dell’azienda. La release generale arriva dopo un periodo di prova di cinque mesi della versione beta e rappresenta un traguardo importante nell’esecuzione, da parte dell’azienda, della strategia di software di stampa 3D annunciata a maggio. L’obiettivo di Stratasys è quello di guidare la fabbricazione additiva nell’era della produzione digitale e verso l’industria 4.0. Un’applicazione cloud, GrabCAD Print, legge i file CAD nativi eliminando o riducendo al minimo la necessità di esportare in STL, ottimizzando in modo significativo il flusso di lavoro progettazione-a-stampa-3D. La connettività di rete di GrabCAD Print consente la preparazione del processo, la pianificazione e il monitoraggio di un portafoglio crescente di stampanti Stratasys da qualsiasi posizione. Inoltre, le caratteristiche integrate di collaborazione e business intelligence offrono agli utenti la capacità di tenere traccia dei dati dell’applicazione e della stampante. L’uso di materiali avanzati e la gestione dell’utilizzo della stampante assistono nella pianificazione e negli acquisti in conto capitale, mentre l’adattamento e l’orientamento consentono un utilizzo e una disposizione dei vassoi più efficace.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here