Stratasys J750: il prototipo in un “colpo” solo

Foto 18 OKL’innovativa stampante 3D J750 di Stratasys permette per la prima volta di miscelare e abbinare liberamente tonalità di colore in una gamma di materiali senza precedenti, dando (in una sola sessione di lavoro) risultati del massimo realismo senza bisogno di ulteriori lavorazioni. Questo, insieme alla versatilità del sistema, rende la macchina la soluzione ideale per sviluppatori di nuovi prodotti, tecnici, produttori ed infine uffici di assistenza. Sarà così possibile sviluppare prototipi assolutamente identici ai prodotti reali. Ultima nata della serie di stampanti 3D multicolore, multimateriale Objet Connex dell’azenda, questo modello permette di scegliere tra più di 360.000 diverse tonalità di colore e materiali con una vasta gamma di proprietà: rigidi, flessibili, opachi, trasparenti. I prototipi possono comprendere una vasta gamma di colori, materiali e proprietà nello stesso oggetto, velocizzando la produzione di modelli, prototipi e oggetti realistici praticamente per qualsiasi esigenza applicativa e sfruttando in modo incomparabile la versatilità della stampa 3D nella produzione di attrezzi per lavorazioni particolari, stampi, dime, maschere di assemblaggio, e molto altro. Il realismo in una sola operazione è sostenuto da un flusso di lavoro più snello a partire dal nuovissimo PolyJet Studio™. La nuova interfaccia intuitiva del software consente all’utente di scegliere con semplicità i materiali, ottimizzare la costruzione e gestire le code di stampa. L’assegnazione di colori, trasparenze e rigidità è facilitata grazie ai comandi concepiti in modo da essere subito familiari. Le tonalità di colore possono essere caricate intatte tramite i file VRML importati dagli strumenti CAD. La Stratasys J750, inoltre, riduce al minimo i tempi di fermo necessari per il cambio dei materiali. Grazie alla capacità di gestire 6 tipi di materiale diversi, permette di tenere sempre caricate e pronte per la stampa le resine più comuni. Le testine di stampa di nuova concezione permettono di simulare le plastiche di produzione come l’ABS Digitale™, che ora possono essere stampate in 3D nella metà del tempo con cui si stampavano con altri sistemi. E dato che i modelli stampati in 3D escono dalla macchina completi, con tutti i colori, le tonalità e i materiali desiderati, non si perde tempo con la colorazione e l’assemblaggio.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here