Stratasys e Aurora Flight Sciences realizzano il primo UAV stampato in 3D

Al suo debutto al Dubai Airshow, l'UAV ad alta velocità di Aurora Flight Sciences è per l'80% stampato in 3D con soluzioni di fabbricazione additiva di Stratasys
Al suo debutto al Dubai Airshow, l’UAV ad alta velocità di Aurora Flight Sciences è per l’80% stampato in 3D con soluzioni di fabbricazione additiva di Stratasys

Stratasys Ltd., protagonista mondiale di soluzioni di stampa 3D e fabbricazione additiva, ha annunciato di avere unito le proprie forze con Aurora Flight Sciences per realizzare ciò si ritiene essere il più grande, più veloce e più complesso aeromobile a pilotaggio remoto (UAV) stampato in 3D mai prodotto prima d’ora.

Presentato per la prima volta al Dubai Airshow (Stand 206), il velivolo ad alta velocità è costruito utilizzando materiali leggeri di Stratasys per raggiungere velocità di oltre 150 miglia all’ora. Per realizzare l’obiettivo comune di progettare e sviluppare un aeromobile dimostrativo avanzato stampato in 3D, l’UAV finale – con un’apertura alare di 3 metri (9 piedi) e un peso di soli 15 kg (33 libbre) – ha fatto leva sulla stampa 3D per l’80% della sua progettazione e produzione ed è basato sull’expertise di Aurora Flight Sciences in campo aerospaziale e di Stratasys nell’ambito della fabbricazione additiva.

Secondo Dan Campbell, ingegnere aerospaziale e ricercatore presso Aurora Flight Sciences, il progetto è riuscito a centrare diversi obiettivi. “Una delle finalità primarie era dimostrare al settore aerospaziale come sia possibile passare rapidamente dalla progettazione alla costruzione al battesimo dell’aria di un aeromobile a reazione stampato in 3D. Per quanto ne sappiamo, si tratta del velivolo senza equipaggio più grande, più veloce e più complesso stampato in 3D mai prodotto finora”.

“Si tratta della dimostrazione perfetta delle capacità uniche ed esclusive che la fabbricazione additiva può offrire al settore aerospaziale”, commenta Scott Sevcik, responsabile senior dello sviluppo delle attività nel campo aerospaziale e della difesa, soluzioni verticali, di Stratasys. “Su un singolo aeromobile sono stati utilizzati diversi materiali e tecnologie di stampa 3D congiuntamente, per massimizzare i vantaggi della fabbricazione additiva e stampare in 3D componenti strutturali leggeri e al contempo resistenti”.

Per Aurora, le soluzioni di fabbricazione additiva di Stratasys hanno consentito di ottimizzare il processo e realizzare una struttura rigida, ma leggera, senza i consueti vincoli dei metodi di produzione tradizionali. Ciò ha permesso di sviluppare in modo economico un velivolo personalizzato – o specifico per una determinata missione – senza i vincoli di costo della produzioni in volumi ridotti.

Tempi di progettazione e costruzione dimezzati con le soluzioni di stampa 3D di Stratasys
“La tecnologia di stampa 3D di Stratasys supporta senza problemi rapide iterazioni di progettazione, con una marcata riduzione del tempo che intercorre dall’idea iniziale al primo volo”, aggiunge Campbell. “In generale, grazie a questa tecnologia abbiamo tagliato del 50% i tempi di progettazione e costruzione del velivolo”.

Secondo Sevcik, il progetto dimostra la potenza della tecnologia di stampa 3D di punta di Stratasys, ovvero l’FDM (Fused Deposition Modeling, modellazione a deposizione fusa).

“L’UAV di Aurora dimostra chiaramente che la tecnologia FDM è in grado di creare una struttura cava completamente chiusa che, diversamente da altri metodi di produzione, permette di produrre oggetti di grandi dimensioni, tuttavia meno densi”, spiega.

“Oltre a ricorrere ai materiali FDM per tutti gli elementi strutturali e di grandi dimensioni, abbiamo fatto leva sulle capacità della fabbricazione diretta di Stratasys per produrre componenti più adatti per altre tecnologie. Abbiamo scelto di sinterizzare a laser il serbatoio del carburante in nylon, mentre l’ugello direzionale di scarico è stato stampato in 3D in metallo per resistere alle temperature estreme presenti sull’ugello del motore”, aggiunge Sevcik.

“Poiché Stratasys è in grado di soddisfare i requisiti relativi a fiamma, fumo e tossicità stabiliti dall’FAA, ULTEMTM è divenuto il materiale per la stampa 3D di scelta per molti clienti del settore aerospaziale per applicazioni di produzione finale”, continua.

Per Sevcik, questo progetto di collaborazione con Aurora ha conseguito uno degli obiettivi più importanti per i costruttori del settore aerospaziale, cioè la necessità di ridurre costantemente il peso.

“In aria, sull’acqua o sulla terra, i veicoli leggeri utilizzano meno carburante. Questo permette alle aziende di ridurre i costi operativi, nonché di ridurre l’impatto ambientale. Inoltre, impiegando solo l’esatto materiale necessario per la produzione si dovrebbe ridurre il costo di acquisto, eliminando sprechi e riducendo gli scarti di lavorazione e i costi di riciclaggio,”conclude.

L’UAV ad alta velocità Aurora/Stratasys è in esposizione al Dubai International Airshow di quest’anno (8 – 12 novembre, Dubai World Central) presso lo stand n. 206.

Cliccare qui per visualizzare il video.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here