Sono da Ridix i cilindri Tecapres

Foto 09 OKLa scelta di Ridix nell’ambito dei cilindri all’azoto rispecchia l’ormai nota filosofia che lega l’azienda ai propri clienti; la ricerca di soluzioni di qualità che rappresentino il meglio della tecnologia. I componenti dei cilindri Tecapres sono tutti omologati alle analisi di fatica della norma UNI EN 13445 FEM, che ne garantisce un servizio di vita tra i 3.400.000 e i 5.000.000 di cicli. Tutti i cilindri hanno una garanzia di 2.000.000 di cicli o 150.000 metri lineari. Ogni cilindro è dotato di serie di un sistema di sicurezza attivo, che ne impedisce lo scoppio in situazioni anomale: sovracorsa, sovrapressione, espansione libera dello stelo. I sistemi di sicurezza permettono lo scarico controllato dell’azoto dal cilindro nel caso si verifichino situazioni di questo tipo, riducendo al minimo il rischio di danno a cose o persone. L’80% dei cilindri presenti a catalogo è provvisto di stelo basculante, che permette di assorbire movimenti laterali, rendendo le applicazioni più flessibili e i cilindri più longevi. Ogni cilindro presenta una boccola rasatore, posta tra lo stelo e il corpo, che impedisce allo sporco di entrare all’interno del cilindro. Queste boccole, inoltre, sono progettate per evitare il contatto fra le parti in metallo. La tenuta è garantita da apposite guarnizioni e guide autolubrificanti. Il 100% dei cilindri è riparabile. A catalogo sono inoltre disponibili speciali “dispositivi di protezione” per i cilindri, in grado di assicurarne tenuta e longevità anche nelle applicazioni più estreme. I sistemi di protezione sono stati testati con ottimi risultati in condizioni di lavoro molto inquinate, come lo stampaggio a caldo della lamiera, e consentono l’utilizzo del cilindro in qualsiasi posizione. Inoltre sono facili da assemblare e utilizzabili anche solo come ricambio in caso di necessità.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here