SKF Industrie: fatturato in ripresa

http://www.tecnologiedelfilo.it/files/2014/02/skf.jpg“Il 2013 è stato caratterizzato da una generale ripresa delle vendite, recuperando parte della flessione registrata nell’anno precedente – ha spiegato Aurelio Nervo, Amministratore delegato di SKF Industrie Spa -. In particolare sul mercato domestico e nel secondo semestre, si sono notati chiari segni, ancorché molto deboli, di una inversione di tendenza in atto. L’aumento delle vendite rispetto al 2012 è stato pari al 2 per cento, con un marcato incremento sia dell’utile sia del margine operativo rispettivamente a 84 milioni di euro ed al 9,5 per cento (escluso spese di ristrutturazione 90 milioni di euro e 10,1 per cento). La domanda di prodotti e servizi SKF, nel complesso, non ha risentito della situazione economica mondiale ancora in sofferenza, facendo registrare un aumento del 3,2 per cento del fatturato sul mercato estero ed un sostanziale allineamento sul mercato domestico. Su quest’ultimo le vendite al settore automotive sono aumentate dell’8,6 per cento mentre sono diminuite quelle ai distributori (-6,5 per cento) e sono rimaste praticamente invariate quelle ai settori industriali (+0,2 per cento). Al 31 dicembre 2013 i dipendenti delle Società SKF in Italia erano 3.707 (3.806 nel 2012). Del totale, 3.086 erano i dipendenti della SKF Industrie S.p.A. (3.125 al 31 dicembre 2012, incluso GLO ed Economos incorporate il 1°gennaio 2013).  Gli investimenti della SKF Industrie sono ammontati, nel 2013, a 18,6 milioni di euro, finalizzati principalmente a nuovi progetti e ai miglioramenti tecnologici e ambientali. Nel triennio 2011–2013 le Società facenti parte del Gruppo SKF in Italia hanno investito globalmente circa 58 milioni di euro. “Sono risultati molto significativi, mai raggiunti in precedenza, soprattutto se visti alla luce di un quadro economico che, seppure in via di miglioramento, risulta ancora molto perturbato – ha affermato Aurelio Nervo -. Determinanti sono stati gli effetti dei programmi di recupero dell’efficienza e di riduzione costi lanciati dal Gruppo SKF all’inizio dell’anno, il costante incremento delle vendite di prodotti e servizi a più alto contenuto tecnologico nei vari segmenti industriali e le esportazioni, in aumento sia in volume sia in prezzi. Inoltre nel mese di gennaio 2014 abbiamo sottoscritto l’accordo sindacale relativo al Contratto Nazionale SKF. Tale accordo rappresenta, insieme a innovazione e miglioramento del processo produttivo, un ulteriore elemento strategico di rafforzamento e mantenimento degli stabilimenti del Gruppo SKF in Italia, con conseguenti vantaggi sull’occupazione, sugli orari di lavoro e sulle retribuzioni per tutti i dipendenti del Gruppo”.

 

Il sito produttivo di Villar Perosa (TO), all’interno del quale sono concentrate le produzioni dei componenti destinati ai settori areonautico, ferroviario e a quello delle macchine utensili, ha dato l’avvio ad un vasto programma di miglioramento tecnologico e ambientale che gli consentirà di presentarsi sul mercato come centro di eccellenza per questi tre settori. Nello specifico, sarà ultimato nei prossimi anni il canale di rettifica per gli anelli di grandi dimensioni, con diametro esterno fino a 800 millimetri, destinati ai motori degli aerei. Per raggiungere questi obiettivi l’azienda ha definito e approvato un piano d’investimento complessivo di circa 13 milioni di euro.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here