Schunk a MECSPE 2016

okSCHUNK, brand tedesco protagonista mondiale per i sistemi di presa e la tecnica di serraggio, rinnova l’appuntamento con MECSPE 2016. L’azienda, in forte crescita grazie anche alla congiuntura favorevole che ha iniziato ad interessare il settore dal 2014 in particolare per il mercato italiano, sarà ora presente con uno stand di 120 mq (Pad.2, stand F13).

La fiera di Parma – commenta Andreas Kuehl amministratore delegato della filiale italiana SCHUNK INTEC srl – è un appuntamento irrinunciabile per incontrare i produttori che intendono ottimizzare i loro investimenti ed aumentare la loro competitività. Sarà, infatti, possibile” – prosegue Kuehl – “assistere ad un’interessante applicazione dimostrativa di un asservimento macchina automatizzato, che riduce i tempi di attrezzaggio del 90%, grazie alla preparazione in parallelo alla lavorazione.”

La cella dimostrativa, realizzata grazie alla preziosa collaborazione con EVOLUT – uno dei più importanti integratori Europei di sistemi robot – si presenta come dimostrazione efficiente di carico/scarico robotizzato, simulando la perfetta interazione tra sistemi automatici di cambio rapido e sistemi di serraggio stazionario SCHUNK.

Grazie al cambio rapido per robot NSR e al sistema di serraggio modulare a punto zero VERO-S combinato con il programma di attrezzature di serraggio stazionario SCHUNK, è, infatti, possibile realizzare un’attrezzaggio macchina veloce ed efficiente anche con lotti di un singolo pezzo. VERO-S, il sistema modulare a punto zero con oltre 500 combinazioni, consente di posizionare e bloccare pezzi ed attrezzature di serraggio in pochi secondi ed in modo completamente automatico. L’attrezzaggio reale viene eseguito in parallelo ai tempi di lavorazione e al di fuori della macchina, in modo da ridurre drasticamente i tempi di preparazione. Inoltre, è possibile, durante i tempi di lavorazione della macchina, effettuare ad esempio la sbavatura del pezzo automatizzata con un componenti standard SCHUNK.

La dimostrazione Live
Il robot al centro della cella permette di effettuare in parallelo diverse operazioni: l’attrezzaggio della macchina con i diversi sistemi di serraggio, la manipolazione e la sbavatura di diversi pezzi.

Il cambio rapido SWS SCHUNK installato sul robot crea il collegamento tra il robot stesso ed il sistema di presa. In questa simulazione vengono cambiati, a seconda dell’operazione, diversi sistemi di presa, quali il cambio rapido per robot NSR per l’attrezzaggio macchina con VERO-S, la pinza PGN-plus e la pinza magnetica EGM per lo spostamento dei singoli pezzi, lo sbavatore FDB e lo scanner 3D per il riconoscimento dei diversi pezzi da sbavare.

In un magazzino completamente accessibile dal braccio del robot, si trovano pezzi e pallet VERO-S con 8 diverse attrazzature di serraggio tra cui morse autocentranti, multiple o per 5 assi KONTEC, morse automatiche TANDEM, sistemi MAGNOS per ancoraggio magnetico oppure autocentrante ROTA-S plus per pezzi cilindrici. Su ogni pallet è installato il maschio del cambio rapido per robot NSR. Fuori dalla macchina, attraverso l’interazione con il robot, possono quindi essere preparati i pallet in maniera individuale ed in parallelo ai tempi di lavorazione. Il robot, su cui è posizionata la femmina del cambio rapido NSR, carica in maniera completamente automatica i singoli pallet in macchina, dove vengono fissati con il sistema di serraggio a punto zero VERO-S, nello specifico una piastra VERO-S NSL plus a 4 posizioni, che garantisce un posizionamento preciso ed un serraggio altamente affidabile.

Il design compatto del cambio rapido per robot NSR permette l’asservimento del pallet estremamente vicino alla tavola macchina e può essere impiegato nei centri di lavoro moderni a 3, 4 o 5 assi con portata di manipolazione fino a 300 kg ed una dimensione pallet di 400 x 400 mm.

La pinza PGN-plus, la pinza parellela a due griffe, è l’unica pinza con guida multidente responsabile del carico pezzo completamente automatico; la gamma PGN-plus, con diverse taglie e diversi optional per applicazioni particolari offre una soluzione ottimale per ogni impiego. La pinza mangnetica ad azionamento elettrico EGM, invece, viene utilizzata per una manipolazione flessibile e priva di interferenze che possono verificarsi con pezzi ferromagnetici. L’EGM, grazie all’azionamento elettrico anziché pneumatico, opera in una frazione di secondo. Garantisce, così, grande affidabilità ed efficienza energetica, poiché necessita di un solo un breve impulso di corrente per l’attivazione e disattivazione e, in caso di uno stop di emergenza, il pezzo viene trattenuto dalla pinza in maniera salda e sicura.

Lo sbavatore FDB è la soluzione standard SCHUNK per una sbavatura robotizzata e flessibile, capace di lavorare con più pezzi diversi tra loro. L’azionamento dell’unità avviene tramite un mandrino pneumatico che raggiunge, a seconda della taglia, una velocità fino a 65.000 giri per minuto. In questa simulazione, attraverso uno scanner 3D, è possibile rilevare la sagoma del pezzo per l’operazione di sbavatura su pezzi differenti.

VERO-S: combinazione perfette con le attrezzature di serraggio SCHUNK

Il sistema di serraggio a punto zero VERO-S offre una soluzione standard precisa ed affidabile per il più grande sistema modulare di tecnica di serraggio, con 0,005 mm di precisione di ripetibilità ed inoltre rappresenta l’interfaccia uniforme per la tavola della macchina. In questa simulazione, il sistema VERO-S mostra le sue potenzialità in combinazione con vari sistemi SCHUNK per ogni esigenza di serraggio pezzo: morse KONTEC, TANDEM, MAGNOS e mandrini autocentranti ROTA-S plus.

VERO-S si combina perfettamente con la morsa autocentrante KONTEC KSC 125 ad elevata precisione e forza di serraggio, indicata sia per pezzi grezzi che finiti e con i modelli KSG e KSX per macchine a 5 assi, con moltiplicatore di forza. Questi ultimi permettono la migliore accessibilità al pezzo. KONTEC KSM2 è, invece, la morsa multipla universale che consente il serraggio di più pezzi, sia piccoli sia grandi. KONTEC KSG NC è ideale per il serraggio rapido a leva e offre ampia possibilità di regolazione della forza di serraggio.

Piccole e compatte con azionamento completamente incapsulato, sono le morse per piccoli pezzi KONTEC KSO e le morse autocentranti KSK, per il serraggio di pezzi grezzi e finiti. Per il serraggio dei pezzi cilindrici, si utilizza il mandrino autocentrante ROTA-S plus 2.0. Nella dimostrazione Live, VERO-S, simula come attravesto MAGNOS, il sistema di ancoraggio magnetico, sia possibile lavorare un pezzo su 5 lati con un solo posizionamento, con ovvi vantaggi in termini di tempo e di ottimizzazione, ed infine attraverso la morsa TANDEM KSP plus, automatica con azionamento pneumatico, è possibile attrezzare la macchina per una produzione di serie.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here