Riciclare i LED è possibile ed economico

foto ELe luci che emettono diodi vengono impiegate per un ampia gamma di prodotti, come televisioni, lampade e luminarie. Inoltre, hanno trovato sempre più impiego anche nel settore dell’automotive Tuttavia, a oggi, non esistono processi di riciclaggio adeguati per questo genere di articoli. Per risolvere questa problematica, i ricercatori hanno sviluppato un metodo per separare meccanicamente i LED. Gli elementi di illuminazione a LED sono attualmente disponibili in diversi formati e per riciclarli efficientemente il prerequisito fondamentale è un’accurata separazione dei diversi componenti costituenti. Nel caso specifico dei LED, i diodi devono rimanere intatti per la raccolta. Attraverso il processo di “comminuzione elettroidraulica” i ricercatori sono riusciti a suddividere le parti costituenti delle lampade LED senza distruggere i LED. Le onde magnetiche create da impulsi elettrici a bagnomaria riescono a separare i singoli componenti nei loro specifici punti di rottura. A questo punto i componenti possono essere riciclati singolarmente. I ricercatori stanno ancora testando se il processo di comminuzione possa essere ripetuto fino a quando i materiali desiderati non vengono separati, regolando i parametri delle attrezzature sperimentali, come per esempio il voltaggio degli impulsi elettronici, affinché la separazione degli elementi avvenga all’esatto punto di rottura. In questo caso specifico, il numero di impulsi determina come i componenti verranno separati. Il processo di comminuzione elettroidraulica è ancora al vaglio di ulteriori studi e miglioramenti per poter essere applicato anche ad altre aree di applicazione del LED. http://www.fraunhofer.de/en/press/research-news/2015/november/economic-led-recycling.html

 

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here