RBM: la virtù sta nel sistema…

Foto 10 OKDa oltre 20 anni RBM si adopera per migliorare ciò che troppo spesso è trascurato nell’esercizio della macchina utensile e del processo di lavorazione: la gestione del truciolo e del lubrorefrigerante.

Partendo dal presupposto che la macchina utensile è sempre un investimento significativo per l’azienda, questa società propone la ricostruzione della vasca con convogliatori della generazione A-I, con tamburo di prefiltrazione affiancato dal sistema IFDR ad alta e media pressione. Grazie a questa soluzione, la macchina utensile diventa “multimateriale”, quasi multifunzione, perché viene allestita in modo da poter lavorare qualsiasi materiale, dalla grafite, al rame, all’acciaio, senza rischio di inquinarsi e distruggersi precocemente.

In particolare, la lavorazione degli elettrodi in grafite richiede macchine dedicate, spesso con aspirazione polveri problematiche, e comunque destinate ad un decadimento repentino, proprio per la presenza ovunque della polvere. La soluzione di RBM, grazie al sistema di pulizia convogliatore più IFDR, permette di lavorare anche materiali polverosi, come la grafite, senza dover ricorrere ad una macchina dedicata, lavorando gli elettrodi a umido come qualsiasi altro materiale.

I dispositivi offerti, in uso presso prestigiosi centri di ricerca internazionali e utilizzati da numerosi clienti italiani, hanno il grande vantaggio dell’universalità di applicazione, essendo indipendenti sia dal tipo di macchina utensile che del materiale lavorato.

Le soluzioni proposte, offerte sia in configurazione standard che customizzata, garantiscono, anche nel caso di lavorazione di materiali diversi, flessibilità e produttività continua della macchina, con un rendimento elevato dell’investimento.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here