Proto Labs: a Mecspe 2017 presentati il sovrastampaggio e lo stampaggio con inserti

Dal 23 al 25 marzo 2017 a Parma, Proto Labs partecipa a Mecspe, il più completo appuntamento sulle tecnologie applicate all’industria, grazie alla sinergica organizzazione di 11 saloni tematici in contemporanea.

Al Padiglione 6, stand J08, sarà possibile incontrare il team italiano di Proto Labs, così da poter fugare ogni dubbio sulle novità presentate in fiera – il sovrastampaggio e lo stampaggio con inserti – o avere tutte le informazioni sulla stampa 3D, la lavorazione con CNC e lo stampaggio a iniezione. Sarà inoltre possibile toccare con mano i pezzi finiti così come sono stati prodotti con le diverse lavorazioni e nei diversi materiali sempre a disposizione nel magazzino Proto Labs: magnesio, polimeri plastici, gomma siliconica liquida di grado ottico e vari metalli per dirne alcuni.

Sovrastampaggio
Il sovrastampaggio è il processo di produzione mediante cui si ottengono dei pezzi costampati, ovvero composti da due materiali diversi. Per questo tipo di stampaggio servono due stampi distinti, uno per il substrato e un altro per il secondo materiale. Proto Labs è riuscita a velocizzare il processo di produzione anche per questo tipo di componenti, grazie alla possibilità di lavorare con macchine CNC direttamente all’interno dell’officina Proto Labs gli stampi in alluminio impiegati nella produzione dei componenti sovrastampati.

Stampaggio con inserti
Diversamente dal sovrastampaggio dove si ricorre a due stampi distinti, lo stampaggio con inserti prevede generalmente l’impiego di una parte preformata – spesso metallica -, la quale viene caricata all’interno di uno stampo e sottoposta a sovrastampaggio con materiale plastico per consentire la creazione di un componente con migliori proprietà funzionali, meccaniche e di durabilità.

Per entrambe le lavorazini, Proto Labs è in grado di garantire ad un costo competitivo, sia la produzione di prototipi, sia la produzione di serie da 25 a 10.000 e più pezzi, anche in meno di 15 giorni, grazie all’utilizzo degli stampi in alluminio, di materiali termoplastici e alla gomma siliconica liquida.

“La possibilità di ottenere componenti sovrastampati e con inserti non è una novità: abbiamo ottimizzato i due processi così da garantire la rapidità e la qualità di produzione a cui i clienti Proto Labs sono abituati” spiega Stefano Mosca, Technical Sales Manager di Proto Labs Italia, “e li abbiamo resi disponibili perché vediamo un sempre maggiore interesse in questo tipo di lavorazione

principalmente perché rispondono alle esigenze estetiche dei designer e migliorano le prestazioni meccaniche e l’affidabilità degli oggetti: per questo entrambe queste lavorazioni sono ora a disposizione dei clienti italiani, direttamente accessibili dal nostro sito internet”.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here