Vero Project e Romec: progettazione stampi “chiavi in mano”, dalla preventivazione alla realizzazione

Fresatura in 5 assi in continuo delle parti stampanti.
Fresatura in 5 assi in continuo delle parti stampanti.

Nata nel 1979 dalla volontà dei fratelli Romele, Romec di Pian Camuno (BS) ha inizialmente dedicato la propria attività a lavorazioni di meccanica tradizionale. In seguito l’azienda inizia a effettuare riparazioni e ritocchi su stampi usurati e, via via nel tempo, si specializza sempre più anche nella progettazione e nella costruzione degli stampi stessi.

«Una crescita – spiega il titolare Giacomo Romele – che ci ha permesso di raggiungere una notevole esperienza nella realizzazione di stampi per pressofusione in getti di alluminio e zama, stampi per lo stampaggio a caldo di particolari in ottone e ferro, stampi per iniezione gomma e plastica e attrezzature di precisione».

Giacomo Romele, titolare insieme a Margherita Bonvicini di Romec di Pian Camuno (BS).
Giacomo Romele, titolare insieme a Margherita Bonvicini di Romec di Pian Camuno (BS).

A tale specializzazione la proprietà ha affiancato nel tempo dipendenti qualificati, macchine utensili e impianti tecnologicamente evoluti e, soprattutto, un’invidiabile dotazione software. Basti pensare che risalgono a oltre 20 anni fa le prime licenze di Visi Mould, soluzione per la progettazione completa dello stampo, e di Visi Machining per la parte di programmazione macchine utensili. Una piattaforma software nel tempo cresciuta (non più di 7 anni fa è stata integrato anche Visi Peps Wire, modulo che combina la tecnologia dei prodotti Peps con il potente modellatore di solidi e superfici di Visi e il riconoscitore di forme dei modelli solidi 3D e che oggi permette all’azienda bresciana di gestire il proprio processo di lavoro interamente in digitale, minimizzando l’uso della carta per la circolarità delle informazioni (tanto in ufficio tecnico, quanto in officina). Col supporto di Vero Project, Romec ha infatti integrato nel recente triennio anche i seguenti applicativi: Edgecam, sistema per la programmazione delle lavorazioni del pezzo su torni NC assistita da computer (Cam); Castle, software specifico per la simulazione del processo di pressocolata; Workplan, Erp dedicato alla gestione di tutto il processo produttivo dalla preventivazione alla analisi dei costi e dei ricavi della commessa e dell’efficienza produttiva.

Integrazione del modello 3D CAD dal preventivo alla gestione della commessa.
Integrazione del modello 3D CAD dal preventivo alla gestione della commessa.

Gestione di commessa “chiavi in mano”
«Oggi purtroppo – rileva Romele – non è più sufficiente realizzare bene uno stampo. È necessario che lo stesso sia in grado di produrre un determinato numero di pezzi al top della qualità. Una produzione continua al passo con le esigenze del cliente. Solo in questo modo il mercato ti riconosce come partner qualificato».

Qualità che soprattutto nella pressocolata, non riguarda solo la parte superficiale, quindi visiva, ma che interessa anche l’interno del manufatto dove, se il processo di sviluppo non è stato eseguito a regola d’arte, può riservare soffiature, punti di rottura con tutte le conseguenze del caso. «La nostra risposta – aggiunge Romele – per soddisfare queste esigenze di qualità totale senza compromessi è da sempre quella di gestire la commessa in tutte le sue parti, in modo dettagliato, quasi analitico. Prima, il tutto veniva fatto in modo manuale mentre oggi, grazie a Workplan, in modo praticamente tutto automatico».

Visi Analisi per studiare il pezzo da stampare del cliente.
Visi Analisi per studiare il pezzo da stampare del cliente.

Un approccio quasi manageriale della commessa, non così comune tra gli stampisti, ma che oggi consente a Romec di massimizzare i propri processi e ottimizzare l’impiego del proprio parco macchine. Quest’ultimo composto da 7 fresatrici ad alta velocità, una foratrice di nuova generazione, 3 macchine per l’elettroerosione a tuffo, una macchina per l’elettroerosione a filo, un tornio a controllo numerico, oltre ad attrezzature varie di minore importanza.

«Macchine di lavorazione – spiega lo stesso Romele – che contestualmente all’acquisizione di Workplan, sono state dotate ciascuna di un monitor ad alta definizione dal quale è possibile, per ogni lavorazione, vederne il report e tutte quelle informazioni che prima dovevano essere prodotte dell’ufficio tecnico e veicolate di commessa in commessa in officina».

Una personalizzazione resa possibile grazie al supporto di Vero Project che ne ha integrato sia l’installazione software, sia la comunicazione delocalizzata sui vari macchinari. Un valore aggiunto evidente non solo dal punto di vista tecnico, ma anche da quello pratico con l’assenza totale nelle varie postazioni di quei comuni supporti dove solitamente vengono affisse le tavole di progetto che accompagnano le varie fasi di lavorazione.

Visi Mould per progettazione 3D dello stampo.
Visi Mould per progettazione 3D dello stampo.

L’importanza del flusso dell’informazione digitale
Cuore del processo di sviluppo stampi, dalla progettazione alla loro realizzazione, è oggi in Romec Workplan, il nuovo software acquisito da Vero Projec(importatore esclusivo per l’Italia da Vero Software). Come già anticipato, programma Erp sviluppato per gestire tutto il processo produttivo dalla preventivazione alla realizzazione dello stampo, consente di monitorare l’avanzamento della commessa e l’evoluzione del suo Planning, avere sotto controllo tutti i costi, tutti i tempi di realizzazione, oltre che la disponibilità dei materiali (in magazzino), con la preziosa possibilità di raccogliere in automatico le ore in officina, e quelle spese dall’ufficio tecnico per la commessa o parte di essa.

«Un monitoraggio continuo – precisa Romele – che agevola il lavoro minimizzando gli errori e, soprattutto, massimizzando le varie fasi che concorrono allo sviluppo della commessa, ovvero alla realizzazione dello stampo. Il tutto integrato con gli altri moduli software acquisiti».

Visi Mould per studio dei canali di raffreddamento dello stampo.
Visi Mould per studio dei canali di raffreddamento dello stampo.

In azienda il flusso è infatti ben definito e codificato: giunto il file dal cliente, lo stesso viene importato nel Cad e, dopo aver effettuato lo studio sul modello 3D dello stampo e delle attrezzature necessarie, viene stilato grazie a Workplan il preventivo. In questa fase grazie alle funzionalità di importazione files nativi e di analisi di Workxplore 3D si opera anche attraverso la ciclatura dei particolari assistita dalla grafica 3D del pezzo da preventivare, l’individuazione di sformi, dei raggi minimi, occupandosi in automatico anche del dimensionamento piastre. Nel caso di acquisizione della commessa il progetto viene passato a Visi Mould, per poi seguire nella fase di lavorazione macchina con Visi Machining 2 e 3 assi. Un tipo di approccio che permette di sapere in tempo reale, in base ai carichi macchina per esempio, eventuali modifiche dei tempi di consegna dello stampo.

«Informazione – sottolinea lo stesso Romele – oggi più che mai importante per il cliente il quale, a sua volta, può ridefinire al meglio i propri processi. Data di consegna certa ma anche, in caso di modifiche, è oggi possibile, grazie al planning di workplan, poter ragionare su dati e tempistiche precise».

Dettaglio di parte stampante lavorata.
Dettaglio di parte stampante lavorata.

Workplan si rivela dunque uno strumento indispensabile per aumentare la competitività, ridurre sprechi e i “colli di bottiglia”, ma anche per organizzare al meglio la propria attività, migliorarne l’efficienza e, di fatto, anche i margini e i profitti. «Dopo quasi un anno di utilizzo – conclude Romele – posso dire che in azienda non potremmo più fare a meno di questo strumento. I dati e i grafici che ci mette a disposizione possono realmente dare un importante valore aggiunto alla gestione di tutte le attività che concorrono alla realizzazione dello stampo. Senza tralasciare lo storico che via via si va a creare, e che permette confronti e verifiche dirette, oltre che la messa a punto strategie di lavoro sempre più innovative».

Sviluppato anch’esso da Vero Software e interamente basato su interfaccia grafica con modello 3D (a differenza di altri Erp dal più marcato aspetto contabile), Workplan si integra perfettamente con gli altri moduli Vero (Visi Mould, Visi Machining ecc.) divenendo l’anello di congiunzione di tutte le varie fasi di sviluppo di progetto e realizzazione stampo.

Ogni macchina utensile è munita in Romec di monitor per visualizzare modelli 3D, percorsi utensile e commessa da lavorare.
Ogni macchina utensile è munita in Romec di monitor per visualizzare modelli 3D, percorsi utensile e commessa da lavorare.

La Romec in pillole
Gestita dai due soci Giacomo Romele e Margherita Bonvicini, Romec di Pian Camuno (BS) si rivolge oggi a un mercato prevalentemente italiano, per un fatturato che si attesta sui 2milioni di euro, con una produzione che riguarda per la maggior parte la progettazione e realizzazione di stampi per pressofusione in getti di alluminio e zama. Stampi di dimensioni medio-piccole (fino a un massimo di 1.000 x 1.000 mm) destinati al sempre più competitivo settore automotive (particolari motore come supporti tendicinghia ecc.) e a quello degli elettrodomestici (tra cui parti di bruciatori del gas, porta iniettori del gas, particolari in alluminio per lavatrici). Attualmente l’azienda si avvale di un gruppo di lavoro composto da una quindicina di persone qualificate e specializzate, sia per la fase di progettazione in ufficio tecnico, sia per il reparto produttivo nel quale operano evolute macchine a controllo numerico ad alta velocità per le lavorazioni di fresatura, di tornitura ed elettroerosione, che hanno portato a significativi risultati in termini di qualità, precisione e tempi di realizzazione dei propri stampi, garantendo tecnologia di processo e qualità di prodotto. A questo proposito, e sensibile all’evoluzione del proprio settore, alle esigenze del proprio personale addetto, e all’importanza della qualità del proprio prodotto, la stessa Romec ha implementato e confermato da tempo un Sistema di Gestione Integrato Qualità –Salute e Sicurezza, come previsto dalla Norme Uni EN Iso 9001-2008 e Ohsas 18001-2007 oltre che aver adottato e diffuso in azienda le Buone Prassi per la Responsabilità Sociale.

Qualità del servizio e tecnologia senza compromessi
Fondata nel 2011 da Antonio Perini e Roberto Clauser, specialisti ultraventennali nel settore del Cad/Cam meccanico per stampisti, attrezzerie e officine meccaniche di precisione, Vero Project prosegue la storia di Vero International Software e Vero Italia. Azienda giovane e dinamica fornisce oggi e assiste circa 800 clienti dislocati in Italia e nella parte di Svizzera italiana, tra cui tutto il Gruppo Whirpool con Visi, Edgecam e Workplan. Grazie a un qualificato e motivato team di persone e di tecnici specializzati provenienti sia dal settore della meccanica sia da quello dell’informatica, seleziona soluzioni software tecniche per il comparto meccanico e sviluppa applicazioni specifiche, proponendosi dunque come partner per aziende costruttrici di stampi per materie plastiche, lamiera (stampi progressivi, stampi transfer e di imbutitura), alluminio (stampi per pressocolata, bassa pressione e gravità), gomma, officine meccaniche con macchine a controllo numerico e taglio laser. La sua missione è quella di proporre soluzioni al passo con i tempi che permettano ai propri clienti di elevare il livello di competitività attraverso efficienza di processo, qualità del servizio e tecnologia all’avanguardia.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here