PLAST 2015: Salone internazionale triennale per l’industria delle materie plastiche e della gomma

convegno inaugurale PLAST 2015_DSC_3874Presso Fiera Milano (Rho) si è svolto PLAST 2015, il Salone internazionale triennale per l’industria delle materie plastiche e della gomma, organizzato da Promaplast Srl, che, alla sua diciassettesima edizione si affianca, in una straordinaria coincidenza temporale e fisica, ad EXPO 2015.

PLAST 2015 è una delle più importanti fiere dedicate al comparto delle materie plastiche e della gomma. Ecco alcuni numeri: 55mila mq netti, 1558 espositori dell’industria costruttrice di macchine e attrezzature, produttori di materie prime, trasformatori e molto altro, un dato che registra un +4% rispetto alla precedente edizione del 2012.

Inoltre, PLAST 2015 – grazie la suo carattere internazionale – rappresenta un’importante vetrina ed il suo valore è stato riconosciuto anche dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Grazie infatti al contributo del MISE e al supporto dell’agenzia ICE, durante PLAST 2015 sono state presente diverse delegazioni provenienti da quaranta Paesi (fra cui Cina, India, Messico, Stati Uniti, Turchia, Russia e Corea del Sud) con almeno 300 delegati qualificati di aziende trasformatrici di materie plastiche e gomma che al Salone hanno incontrato i costruttori di macchinari e le aziende italiane. Inoltre, sono state ospitate, con uno stand istituzionale, anche una quarantina tra Associazioni di categoria provenienti da tutto il mondo e Università italiane.

Il convegno inaugurale è stato occasione per parlare anche dell’andamento del settore in Italia e all’Estero, con il presidente di Assocomplast Giorgio Colombo, il presidente di Federazione Gomma Plastica Filippo Bettini e il presidente di PlasticsEurope Italia Daniele Ferrari.

Il 2014 è stato un anno positivo, sia per l’export che ha registrato +4,9% sia per il mercato interno che seppur con solo +2% ha comunque riscontrato un’inversione di marcia.” ha commentato Giorgio Colombo, presidente di Assocomaplast “Ci troviamo di fronte ad uno scenario che ha tutte le premesse per la realizzazione di un evento di successo, che ha già registrato numeri positivi, con 14000 visitatori pre-registrati, più del doppio rispetto al 2012, e nuove aziende che hanno deciso di presentarsi a PLAST e scommettere sulla manifestazione fieristica. Un consolidato ottimismo per il nostro settore che speriamo non sia solo un fuoco di paglia: l’impresa deve essere riportata al centro del dibattito perché è il motore per far ripartire l’economia nazionale. L’innovazione, punto di forza delle nostre aziende passa per la filiera e si realizza con i clienti del nostro Paese.”

Sulle prospettive della filiera si è espresso anche Marco Fortis, economista e vice-presidente di Fondazione Edison: “Il fatturato dell’industria ha subito un crollo tra il 2011 e il 2012, dovuto soprattutto alla dannosa politica dell’austerità che ha danneggiato la produzione e il mercato interno, mentre l’Italia ha continuato ad esportare. Riprova che la nostra industria è molto competitiva è che il fatturato derivante dall’export è cresciuto anche più di quello della Germania. Tanti sono i settori di nicchia in cui l’Italia è prima al mondo, tra cui la anche la meccanica e la filiera della gomma plastica. Infatti l’indice delle eccellenze nel commercio internazionale vedono il nostro Paese stabilmente sul podio a competere per il gradino più alto con la Germania”.

Nonostante la crisi economica e la recessione che ha colpito quasi tutti i rami dell’industria italiana e non solo, il settore dei costruttori di macchine e stampi per materie plastiche e gomma si afferma infatti come un settore solido e i dati statistici del 2014 (rispetto all’anno precedente) lo confermano: +2,6% la produzione, + 4,9% l’export, +8,5 l’import, con una produzione che arriva a toccare i 4 miliardi di euro.

A chiudere il convegno è stata la premiazione del concorso Plastic Technologies Award 2015, organizzato in collaborazione con POLI.design, che, in questa edizione, si è focalizzato sulla dismissione e il riciclo dei prodotti, dei componenti e degli imballaggi con rapida obsolescenza e connotazione d’uso temporaneo, usa-e-getta. Primo premio a Palingenesi, di Marco Grimoldi e Tommaso Pardini.

Inoltre, l’edizione 2015 PLAST si è presentata con 3 saloni satellite: RUBBER 2015, l’esposizione per la filiera della gomma che ha già registrato un grandissimo successo con un +30% nelle adesioni degli espositori rispetto al 2012; PLAST 3D, una nuova sezione dedicata alla produzione additiva di manufatti in materie plastiche, alla prototipazione rapida, ai software di modellazione, alla stampa 3D ed alle tecnologie affini; START PLAST, una nuova area riservata a circa 40 start up selezionate per esporre a titolo gratuito manufatti, tecnologie, software ecc. inerenti al mondo della plastica e della gomma.

Ultima importante novità per il Salone è stata inoltre rappresentata dalla presentazione data della prossima edizione: PLAST tornerà infatti dal 26 al 30 settembre 2017, con un anno di anticipo rispetto alla consueta scadenza triennale, per evitare la sovrapposizione con altre importanti fiere di settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *