Oikos a Venezia

Foto 18Durante un evento tenutosi lo scorso aprile, Oikos, l’azienda veneta che ha blindato il Museo di Londra, ha mostrato la sua produzione a Gruaro e regalato a ottocento architetti una visita a Venezia. Un vero esercito di architetti, progettisti e specialisti internazionali del settore arredo si è alternato per cinque giorni tra Venezia città storica e Gruaro, sede operativa del produttore di blindate. Un appuntamento che ha saputo unire tradizione e presente e che ha posto Venezia e l’Arsenale, come prima vera fabbrica organizzata della storia, al centro della narrazione. Molteplici le affinità tra l’antico Arsenale di Venezia e Oikos: le capacità artigianali di maestranze specializzate, l’organizzazione industriale scandita da processi sistematici come l’approvvigionamento di materie prime, le operazioni di assemblaggio, la divisione in reparti, il controllo attento di qualità. Tutti passaggi e operazioni che permettono di ottenere, allora come oggi, prodotti totalmente realizzati all’interno dell’azienda. All’Arsenale di Venezia si ispira anche l’organizzazione del nuovo stabilimento produttivo di Oikos a Gruaro. Novemila metri quadri di reparti coerentemente organizzati per ridurre i tempi di produzione senza nulla togliere alla componente artigiana e alla qualità di prodotto.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here