Nuove “intelligenze” nel mondo degli stampi

FIG.04 - DSC07561
Il pezzo viene misurato in automatico dalla macchina a contatto della Zeiss e scansionato mediante macchina senza contatto della QFP.

Durante la fiera MECSPE di Parma a metà marzo, è stata presentata un’innovazione molto importante nella cosiddetta unità dimostrativa “misura e controllo”. All’interno di tale unità è stato sviluppato un sistema di produzione di uno stampo, mediante una macchina utensile, capace di verificare i propri errori rispetto al modello CAD progettuale, e di correggerli automaticamente. L’iniziativa è stata coordinata dal prof. Claudio Giardini, docente di Tecnologie e Sistemi di Lavorazione dell’Università degli Studi di Bergamo, che ha così spiegato: «Il quid tecnologico dell’innovazione è nell’utilizzo di un sistema di verifica delle tolleranze dimensionali, di forma e di finitura superficiale imposte dal progetto mediante sistemi di misura senza contatto che riescono a campionare la superficie del pezzo con una precisione elevatissima, fornendo una nube di punti molto fitta corrispondenti alla superficie del particolare». Dal confronto di tale rilevazione con il modello CAD originario, è possibile confrontare la geometria “teorica” con quella effettivamente realizzata. Ciò consente di ottenere ottenere una mappatura dell’errore da cui rielaborare un nuovo disegno CAD e, grazie al CAM, un nuovo percorso utensili con il quale correggere gli errori stessi. «In questo modo – conclude Giardini – è possibile realizzare pezzi, per esempio stampi, senza utilizzare personale per la verifica dimensionale e per la riprogrammazione del CAM e delle macchine. Il sistema esegue tutto automaticamente e senza presidio umano, con grande vantaggio in termini di tempi e costi». All’iniziativa hanno partecipato aziende importanti quali GF Machining Solutions (che ha fornito il centro di lavoro MILL S400U, il Robot WPT1 e il magazzino Work Partner 1), EMUGE-FRANKEN (gli utensili e i sistemi di serraggio), Open Mind (il CAM hyperMILL), Zeiss (la macchina di misura a contatto Duramax) e QFP (la macchina di misura a LED senza contatto COMET LƎD 2).

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here