Moulding Expo è già proiettata al maggio del 2017

ME15_P_Rapid_Area_01_grÈ fissata per il maggio del 2017 la seconda edizione di Moulding Expo, fiera internazionale delle tecnologie per il mondo degli stampi che ha esordito quest’anno a Stoccarda.

E che al debutto ha ottenuto riscontri sufficienti a farla definire come «un successo» dal presidente dell’associazione tedesca dei costruttori di macchine utensili e stampi Thomas Seul.

A immediato ridosso della fine dei lavori, il 12 maggio scorso, l’organizzazione ha rese note le cifre che hanno caratterizzato la partecipazione alla rassegna mondiale, allestita nei padiglioni di Messe Stuttgart.

Nel complesso sono intervenuti all’evento fra le giornate del 5 e dell’8 maggio circa 15 mila visitatori in arrivo da ben 44 diverse nazioni, a conferma della vivacità dei panorami del machining e dello stampaggio.

Soltanto l’11% di essi proveniva però da Paesi differenti dalla Germania anche se la buona notizia per l’industria di casa nostra è che la rappresentanza italiana è stata una delle più numerose da oltreconfine, insieme a quelle delle confinanti Svizzera e Austria e alle rappresentanze francesi.

Importante, sempre secondo le stime degli organizzatori, è stata la presenza delle figure di vertice del management delle aziende partecipanti.

Il 78% dei biglietti d’ingresso staccati era infatti nelle mani di decisori o consulenti interni, nonché di professionisti impiegati come responsabili degli acquisti o con visibilità sulle forniture. Il 94% dei presenti, ha fatto sapere Messe Stuttgart, ha promesso di voler ritornare a Stoccarda anche per la futura edizione del 2017; mentre d’interesse è anche lo spaccato dei settori clienti che hanno affollato le sale dello spazio espositivo. Gli ospiti, per il 31%, erano rappresentanti, alternativamente, del mondo automotive e del relativo indotto; e per un restante 27% esponenti della costruzione di utensili e, com’era lecito attendersi, degli stampi.

Ancora: gli esponenti dell’ingegneria meccanica e della costruzione di impianti hanno inciso per il 20% sulle visite complessive; e per il 16% quelli della lavorazione delle materie plastiche. Per finire, un ulteriore 11% di partecipanti è giunto dai comparti della produzione e trasformazione dei metalli.

Markus Heseding, dall’alto del suo ruolo di direttore esecutivo della sigla che, in seno alla federazione tedesca dell’ingegneria Vdma, rappresenta le attrezzature di precisione, testing e misurazione, ha fatto il punto sulla composizione del parco degli espositori. «Ci ha fatto piacere accogliere», ha detto Heseding, «un 25% di aziende straniere, da circa 30 Stati mondiali, accanto alle 80 società facenti capo alla Verband Deutscher Maschinen-und Anlagenbau. Questo è uno dei dati che ci consente di dire che la prima edizione di Moulding Expo è andata oltre ogni aspettativa».

In linea con uno fra i principali trend dell’industria e del mercato contemporanei, sugli scudi al Moulding Expo di Stoccarda si sono posizionate anche le tecnologie innovative della stampa tridimensionale o 3D Printing.

Intento di Messe Stuttgart, così come ha dichiarato il project manager dell’iniziativa, Florian Niethammer, è stato quello di mostrare come la manifattura additiva di nuova generazione possa coniugarsi alla perfezione, e con ottimi risultati, con quella tradizionale.

Non da ultimo, i più rilevanti trend tecnologici del momento e l’evoluzione della produzione nel prossimo futuro sono stati oggetto di una serie di forum e tavole rotonde allestite nelle hall di Messe Stuttgart. Fra questi, gli sviluppi e le ricerche in atto nell’ambito dell’iniezione plastica e quelle, con lo additive manufacturing ancora una volta a farla da padrone, inerenti le istanze della riduzione del peso nella costruzione degli autoveicoli e non solo.

La fiera è anche coincisa con i seminari della Associazione tedesca per la gestione e l’acquisto dei materiali e la logistica, Bme, che hanno espresso una delle vocazioni che gli organizzatori si erano proposti. Ovvero quella di rappresentare un punto d’incontro fra gli acquirenti e i venditori di materie prime e tecnologie nel mercato attuale.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here