Morgan Advanced Materials lancia una nuova generazione di rotori di degassificazione

DeGassingRotors.jpg_ico500Grazie alla sua vasta esperienza nella scienza dei materiali e nei prodotti di fonderia,Morgan Advanced Materials ha prodotto il primo rotore di degassificazione monoblocco in carburo di silicio, offrendo così un’alternativa conveniente e ad alte prestazioni alla grafite tradizionalmente utilizzata a questo scopo.

La presenza di gas – tipicamente idrogeno – e altre particelle all’interno delle colate a gravità o terra può potenzialmente compromettere seriamente sia l’aspetto che le prestazioni attraverso la presenza di bolle e un effetto deleterio sulla robustezza e densità complessive dei componenti. Ciò rende l’efficacedegassificazione una parte integrale del processo di  colata.

La grafite è per tradizione il materiale principalmente utilizzato per i rotori di degassificazione in tutto il mondo. Tuttavia, per risolvere gli elevati costi di sostituzione e i frequenti cambi associati a questo materiale, Morgan ha fatto leva sulla sua avanzata tecnologia dei crogioli in carburo di silicio e sulla sua competenza nei materiali per sviluppare una gamma di rotori che dura fino a cinque volte in più prima di richiederne la sostituzione. Questa maggiore durata può essere attribuita all’eccellente resistenza all’usura grazie alle qualità antiossidanti del carburo di silicio e all’elevata densità del progetto monoblocco pressato isostaticamente. Inoltre, il design del rotore è stato ottimizzato perridurre le dimensioni delle bolle e offrire una dispersione ottimale dei gas grazie a un innovativo progetto a sei palette.

Le prove dei rotori in carburo di silicio presso fonderie hanno mostrato livelli di ossidazione significativamente minori rispetto alle loro controparti in grafite alle stesse temperature di funzionamento. E’ stato rilevato che l’ossidazione modifica la geometria del rotore in grafite e quindi le sue prestazioni mentre con l’utilizzo del rotore Morgan la densità del metallo era, in effetti, notevolmente più elevata e costante nel tempo rispetto ai rotori in grafite.

Il rotore di degassificazione monoblocco in carburo di silicio è disponibile in un’ampia gamma di diametri con lunghezze dell’albero fino a 1,2m in funzione delle esigenze applicative. Morgan può inoltre offrire una selezione di adattatori per permettere ai rotori di funzionare con macchine di degassificazione differenti. La gamma è completata da una piastra antivortice in argilla-grafite, che aiuta a prevenire la reintroduzione d’idrogeno e particelle di ossido di alluminio nell’alluminio fuso trattato riducendo il vortice causato dalla rotazione del rotore di degassificazione.

Mirco Pavoni, Technology Director della Morgan Advanced Materialsspiega: “La pulizia della lega di alluminio è una delle esigenze più importanti per le fonderie moderne. Il settore ha visto un drammatico passaggio a specifiche tecniche sempre più strette che possono essere rispettate solo tramite una efficace rimozione dell’idrogeno e di altre particelle.

“Il nostro rotore di degassificazione monoblocco in carburo di silicio aggiunge un valore significativo grazie alla sua longevità e all’efficace rimozione dell’idrogeno. Nelle prove, esso ha raggiunto una vita utile maggiore di 800 cicli in applicazioni in cui si fa un uso importante di flussi – quasi il triplo rispetto alla media di 300 cicli per i prodotti simili in grafite. Inoltre, molti clienti hanno rilevato che i flussi non sembrano attaccare il carburo di silicio, al contrario di quanto avveniva con la grafite. Utilizzando il rotore in carburo di silicio, hanno inoltre riscontrato una riduzione misurabile del contenuto di gas e un aumento di densità del metallo.”

Per ulteriori informazioni, visitate della Morgan Advanced Materials.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here