Mikron Tool fa le punte “pazze”

Foto 24Con CrazyDrill Inox, Mikron Tool lancia sul mercato una mini punta particolarmente adatta alla lavorazione di acciai inossidabili e resistenti agli acidi. Realizzate in un metallo duro dall’eccezionale resistenza alla flessibilità e agli choc termici ma che allo stesso tempo dispone di una grande tenacità alla rottura, queste punte hanno nella geometria, l’elemento più importante di questo sviluppo. I taglienti trasversali ridotti diminuiscono la forza d’avanzamento, dando alla punta buone proprietà di autocentraggio e favorendo la creazione di trucioli corti anche nei cosiddetti materiali “a truciolo lungo”. Tutto ciò si traduce in una durata di vita dell’utensile più lunga, un processo di lavorazione più sicuro e una produttività migliorata. Anche il nuovo rivestimento soddisfa tutte le esigenze dei materiali in questione: resiste ai carichi termici e grazie ad una superficie liscia la frizione è limitata e permette l’evacuazione dei trucioli senza attrito. L’adesione agli altri materiali è bassa, impedendo così l’incollatura dei trucioli sui taglienti.  La nuova punta dimostra prestazioni “crazy” non solo per quanto riguarda la durata di vita e la sicurezza di processo, ma anche nella velocità di lavorazione. Il produttore svizzero di utensili sottolinea la possibilità di lavorare utilizzando delle velocità di taglio e degli avanzamenti da 1.5 a 2 volte più alti in confronto alle punte standard e avanzando in profondità di foratura fino a 1 x d.  Sia per la versione senza raffreddamento integrato sia per quella con canali di lubrificazione integrati, le punte sono disponibili a stock dal diametro 0.3 fino a 2 mm, con incrementi di 0.05 mm ed una lunghezza utile di 8 x d. Versioni speciali con dimensioni diverse sono disponibili su richiesta. La punta ha già raggiunto dei buoni risultati nell’industria orologiera. Ma la sua applicazione è indicata in tutte le industrie che si basano sulla lavorazione efficiente di materiali preziosi. Da menzionare sono la tecnica medicale con i suoi impianti e strumenti, l’aeronautica, l’industria alimentare e quella elettronica, in particolare l’opto elettronica.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here