m&h e i tastatori da produzione in serie

foto-14-okDopo il successo riscontrato dai due sistemi tastatori modulari IRP25.50 e RWP20.50, m&h presenta per la prima volta il sistema tastatore ad infrarossi estremamente compatto e innovativo IRP40.02 in occasione della BIMU di quest’anno. Questo tastatore ad infrarossi è stato appositamente progettato per la produzione in serie con particolare attenzione verso i requisiti di affidabilità. Tutto ciò si traduce in un’estrema robustezza del sistema tastatore, una sicura trasmissione del segnale nelle condizioni più difficili e indicatori di stato univoci per poter prendere rapidamente decisioni e intervenire sui processi. Solo in questo modo è possibile eliminare i lunghi tempi di assistenza e di ricerca dei guasti. Ne derivano non soltanto fiducia, ma anche un risparmio in termini di costi. Accelerazioni estreme, elevate velocità di posizionamento, vibrazioni costanti, bruschi cambi di utensile, temperature elevate e refrigeranti aggressivi non sono un problema per i tastatori m&h. In tutte queste condizioni le meccaniche di precisione sono in grado di continuare a lavorare senza usura e ad alta precisione per anni. Grazie al design estremamente compatto e robusto il tastatore IRP40.02 richiede poco spazio all’interno della macchina e può essere utilizzato anche per applicazioni che si svolgono in condizioni di spazio estremamente limitate. La struttura robusta con custodia in acciaio inox e anello in vetro naturale ne consente l’utilizzo senza problemi in ambienti gravosi per la produzione in serie con esposizione costante al refrigerante e agli sfridi. La tecnologia ITE facilita l’impiego di tempi di ciclo ridotti senza perdite in termini di sicurezza del processo. Il rilevamento rapido e preciso (fino a 2000 mm/min) grazie alla strategia One Touch di m&h permette la massima precisione nonostante le velocità in questione. Un’autonomia della batteria, attualmente senza pari, di 800 ore in funzionamento continuo permette di ridurre la frequenza degli interventi manuali, come la sostituzione della batteria, e quindi di evitare disturbi del processo automatico. In questo modo, si riducono i costosi tempi di fermo macchina. L’IRP40.02 mostra la sua vera forza combinando sicurezza di processo e strategia di misura ottimizzata.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here