Mecspe 2017: SCHUNK, MIKRON TOOL, GF Machining Solutions e CIMCOOL per la fresatura di una piastra ossea in titanio

Durante la fiera Mecspe di Parma dal 23 al 25 marzo, presso lo stand SCHUNK (Pad. 2 Stand F09), sarà possibile assistere alla fresatura di precisione di una protesi ossea in titanio, durante la quale le aziende partner coinvolte nel progetto, SCHUNK, MIKRON TOOL, GF Machining Solutions e CIMCOOL presentano prodotti specifici per assicurare un’elevata stabilità all’intero processo di lavorazione.

Il titanio, metallo dalle proprietà eccezionali, resistente e biocompatibile, presente in natura allo stato puro ed impiegato inizialmente nell’industria automobilistica ed aeronautica, gioca oggi un ruolo fondamentale nel settore medicale ed in particolare in applicazioni chirurgiche in campo ortopedico. Grazie alla sua a-tossicità, al suo ridotto peso specifico e la sua bassa conducibilità termica, questo materiale è ben tollerato dai tessuti ossei del corpo umano.

Con l’allungarsi dell’aspettativa di vita media e con la ricerca di una migliore qualità della vita anche in età avanzata, infatti, sono largamente diffusi gli interventi di protesizzazione ortopedica, con piastre in titanio.

La sfida della lavorazione del titanio: le soluzioni per un processo affidabile e sicuro
La lavorazione del titanio, sia legato che puro, incontra diverse difficoltà a causa della sua scarsa conducibilità termica e dalla sua reattività chimica. Il calore generato durante la lavorazione e la produzione di trucioli sottili che si muovono velocemente, provocano una temperatura elevata sulla punta dell’utensile che, surriscaldandosi rischia di scheggiarsi, a discapito della sicurezza dell’intero processo e alla durata degli utensili. La lubrificazione ed il raffreddamento sono quindi cruciali per questo tipo di lavorazione. Sottoposto infatti ad elevate pressioni o temperature, superiori a 300°, il titanio reagisce con carbonio, ossigeno e azoto, innescando addirittura un processo di combustione.

A questo proposito SCHUNK, MIKRON TOOL, GF Machining Solutions e CIMCOOL presentano soluzioni innovative per la fresatura di una piastra ossea in titanio.

HEM 700 U di GF Machining Solutions

Flessibilità, design compatto ed elevata praticità d’utilizzo caratterizzano la nuova fresatrice di GF Machining Solutions: il centro di lavoro Mikron HEM 700U con lavorazione su 5 assi in simultanea, è, infatti, particolarmente adatto alla lavorazione di pezzi complessi dei settori aerospaziali e medicali. Specifica per l’utilizzo di piccoli utensili, garantisce un’elevata stabilità del mandrino e quindi alta qualità delle superfici lavorate per la realizzazione di strumenti chirurgici o piastre ossee in leghe speciali o in materiali ad alta resistenza.

Tendo Slim 4ax

Per l’attrezzatura di serraggio sulla tavola macchina SCHUNK propone il sistema a punto zero VERO-S, che offre un interfaccia modulare con cui bloccare in maniera precisa ed in pochissimi secondi la morsa autocentrante KSC specifica per la lavorazione a 5 assi, oppure la morsa TANDEM, dal design compatto ideale in spazi ristretti.

Per la fresatura della placca di titanio è stato scelto il nuovo portautensile TENDO Slim 4ax, studiato per le lavorazioni assiali e che combina la geometria propria del mandrino a calettamento a caldo conforme alla normativa DIN 69882-8, con la qualità comprovata dell’espansione idraulica.

CrazyMill Cool Sferica di Mikron Tool

Mikron Tool ha selezionato tre diverse frese per questa lavorazione di precisione: la sgrossatura e la finitura sono affidate alla fresa CrazyMill Cool sferica con Ø6mm e variante 5xd e 3xd, con lubrificazione brevettata integrata nel gambo, che può raggiungere velocità di taglio elevate; la fresatura di gole, cave e la contornatura vengono realizzate con CrazyMill Cool Torica Ø2mm e Ø2.5mm e 3xD sempre con raffreddamento integrato; infine per smussatura e sbavatura anteriore, CrazyMill Frontchamfer con Ø4mm e Ø2mm, molto affilata e che evita la formazione di bave secondarie, assicurando risultati ottimali anche in punti particolarmente difficili da raggiungere.

Cimtech A32 di Cimcool

Per la lubrificazione, Cimcool propone Cimtech A32, un fluido lubro-refrigerante formulato appositamente per lavorazioni gravose su alluminio, titanio e altre leghe termoresistenti.

Pur essendo privo di olio minerale, è dotato di ottime proprietà di lubrificazione e di raffreddamento. Esente da  olio minerale, cloro, boro, zolfo e biocidi donatori di formaldeide, garantisce un’eccellente lubrificazione grazie alla presenza nel formulato di polimeri  sintetici. Inoltre il Cimtech A32 ha un elevato potere detergente, non produce schiuma ed è trasparente, consentendo così un’ottima visibilità della zona di lavoro.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here