Lo stampo in tutte le lingue del mondo

Crystal ball with a bar chartExpo, svalutazione dell’euro, ripresa del commercio mondiale, discesa dei prezzi del petrolio sono fra i fattori che hanno convinto la Banca d’Italia e Confindustria a rivedere al rialzo le stime sul Pil italiano. Del clima positivo risentiranno anche gli stampisti dei quali Istma World certifica la buona salute.

La classifica di un ipotetico campionato mondiale dell’industria degli stampi è stata tracciata di recente in più occasioni a cominciare naturalmente dall’ultimo congresso della sigla di categoria Ucisap, l’Unione dei costruttori di stampi e attrezzature di precisione. Si calcola, sulla base di quanto riportato nell’annuario 2014 dell’associazione internazionale degli stampisti, Istma World, che i principali Stati produttori siano nell’ordine Cina, Stati Uniti, Giappone, Germania, Corea del Sud e Italia.

Leggi l’articolo completo sulla rivista digitale.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here