Le nanoparticelle modificate per rivestimenti su misura

foto B 163420394-227e188d-7e84-4e7c-970b-7db2fbb04944I produttori richiedono costantemente elevati livelli di qualità per i propri i semilavorati e prodotti finiti. Solitamente, le proprietà di questi prodotti devono rispondere a requisiti specifici. In particolare, la superficie di pezzi o stampi dovrebbe presentare differenti funzionalità allo stesso tempo, a seconda del settore industriale: solidità, aspetto immutabile, resistenza ai graffi, resistenza agli urti o stabilità ai raggi UV, per esempio. L’INM – Leibniz Institute for New Materials utilizza nanoparticelle come elementi di progettazione per certi rivestimenti multifunzionali. Queste nano particelle vengono adattate specificamente per applicazioni particolari attraverso la Small Molecule Surface Modification (SMSM). Come questo approccio può essere utilizzato pere produrre rivestimenti su misura personalizzati verrà dimostrato in occasione della fiera TechConnect World dove INM presenterà questo e altri risultati e sviluppi ottenuti in collaborazione con la VDI Association of German Engineers. In base alle proprietà desiderate, le nano particelle usate possono essere modificate a livello di superficie con gruppi organici. La Small Molecule Surface Modification (SMSM) conferisce combinazioni specifiche di proprietà desiderate come idrofila, idrofobica, aderenza, anti-aderenza, acidità, basicità, inattività o polimerizzazione. Le nano particelle così modificate vengono utilizzate per sviluppare i nano compositi che combinano le proprietà fisiche dello stato solido – di ceramiche o semiconduttori – con la tecnologia classica per la lavorazione dei polimeri. Biossido di titanio, titanato di bario, ossido di indio-stagno o biossido di zinco, per esempio, vengono utilizzati come nano particelle. Oltre alla composizione chimica intrinseca delle nanoparticelle e dei loro trattamenti SMSM, le proprietà ottenibili per i rivestimenti desiderati variano in base alle dimensioni e alle modalità di smaltimento delle nano particelle. I sistemi compositi di INM vengono prodotti attraverso processi chimici a umido: in questo modo le nano particelle modificate e gli additivi si combinano con una matrice polimerica (una resina epossidica, un acrilato o un poliamido) o una matrice ibrida (organica o inorganica) per produrre un sistema composito verniciabile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *