Vero Project: l’accento sulla sicurezza

fig-cNel presentare la versione R1 del software Visi 2017 la società di sistemi e consulenza Vero Project ha sottolineato non solamente le migliorie apportate al livello delle funzionalità di progettazione bensì anche gli accorgimenti messi in atto per prevenire l’uso non autorizzato.

 Non è solo l’industria italiana degli stampi – il tradizionale mercato di riferimento del pacchetto Visi 2017 del quale è stata di recente rilasciata la versione R1 – a crescere. Allo stesso tempo aumenta l’incidenza del fenomeno della pirateria. Sul primo punto si è diffuso il segretario dell’Unione dei costruttori di stampi e attrezzature di precisione (Ucisap) Giovanni Corti, ricordando il valore di oltre due miliardi raggiunto da plastica, gomma e lamiera. E mettendo l’accento sugli importanti passi in avanti compiuti dall’export che nell’ultimo caso ha registrato nel 2015 un +17,5% e nei primi due un incremento del 5% nello stesso periodo. La concorrenza sleale che minaccia il segmento è rappresentata per quel che attiene alla principale attività di Vero Project, lo sviluppo e la distribuzione di applicativi per la manifattura, dalla pirateria. Sottrae ai produttori ogni anno un 10% degli utili e si stima che nel nostro Paese sia utilizzato o riprodotto illecitamente il 43% degli applicativi. Per questo motivo gli sforzi della casa con sede a Monza si sono rivolti da un lato al miglioramento delle funzioni a uso dei progettisti; e dall’altro, con la versione R1 di Visi 2017, alla sicurezza. L’azienda ha implementato un duplice livello di protezione: le licenze senza chiave sono basate sul numero seriale di ogni Pc e sul Mac address mentre a quelle con chiave è stato attribuito un cosiddetto server code da 24 cifre. Viene inserito a seguito dell’installazione della suite e previa esplicita richiesta a Vero Project. Posta la disponibilità di un contratto di manutenzione attivo la password generata attraverso il server code è valida per più release e il suo limite di utilizzo è temporale – pari a 30 anni – e non più legato alle edizioni successive. Un unico server code è associato alle chiavi flottanti e Vero Project ha previsto sempre a scopi di protezione che i trasferimenti di licenza siano effettuati esclusivamente a pagamento. Presto, nell’edizione cartacea di Stampi, il dettaglio sulle novità di Visi 2017 versione R1.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here