La stampa 3D applicata alla criminologia

Color coded 3D height map of a footwear impression in sand

Non esistono solo nei telefilm e se nella vita reale anche le tecniche più avanzate hanno delle limitazioni, le prove forensi svolgono un ruolo fondamentale nelle indagini di un crimine. Ecco perché la tecnologia sviluppata all’interno del progetto 3D-FORENSICS aiuterà a migliorare sostanzialmente la precisione nelle analisi grazie all’impiego della scansione laser 3D.

Le tecniche di raccolta e di analisi attuali presentano qualche lacuna in termini accuratezza e pertanto può risultare difficile garantire la loro integrità.

Il progetto 3D-FORENSICS (Mobile high-resolution 3D-Scanner and 3D data analysis for forensic evidence) ha lo scopo di aumentare l’accuratezza, la flessibilità e la risoluzione delle ricostruzioni 3D: un approccio forense promettente nella ricostruzione e nell’analisi delle prove.

Iniziato nel maggio 2013 e conclusosi ad agosto 2015, il progetto promosso dal consorzio guidato da Fraunhofer, che comprende anche 5 PMI, ha sviluppato tre prototipi di sistemi di scansione 3D insieme al nuovo software di analisi dei dati. Il sistema, che promette di rendere l’acquisizione di dati più precisa e di ridurre gli interventi di elaborazione manuale degli esperti, consentirà di aiutare l’UE ad aumentare il tasso di risoluzione dei crimini, che in alcuni paesi si aggira ancora intorno al 70%.

Secondo il Dottor Peter Kühmstedt, coordinatore del progetto, la scansione 3D ha fatto passi da gigante e grazie a questa tecnologia è possibile raccogliere ed esaminare prove specifiche per le quali le tecniche tradizionali oggi presentano alcuni svantaggi. Il prototipo di questo sistema completo è il primo sistema ideato per essere utilizzato per indagini complete e per i processi di accusa capace di soddisfare i requisiti legali. Basato sul principio delle proiezioni di modelli marginali, il nuovo approccio alla tecnologia di scansione 3D ha consentito di creare uno scanner 3D compatto facile da usare capace di catturare le scene in 3D all’interno di un campo visivo minore ma con una maggiore risoluzione per la visualizzazione di minuscoli segni di riconosci mento; mentre il software di analisi consente la catalogazione delle impronte di scarpe e di pneumatici. Una volta che le funzionalità e l’utilità dei prototipi sarà completamente confermata, il passo successivo sarà rendere questi prototipi dei prodotti per la commercializzazione.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here