Istat: prezzi alla produzione dell’industria e dei servizi

L’indice dei prezzi alla produzione dell’industria italiana segna una cresciuta dello 0,3% nel mese di febbraio, rispetto a gennaio 2017.

Questo dato, emerso dagli studi condotti dall’Istat, sale al 3,3% se confrontato al mese di febbraio del 2016.

Il settore della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati è quello che segna il maggior incremento tendenziale dei prezzi, sia a livello nazionale che internazionale, registrando un aumento del 25,2% sul mercato interno e del 55,2% su quello estero.

Tra i comparti, invece, che rilevano i maggiori cali tendenziali vi sono il trasporto marittimo e costiero (che segna una decrescita del 10,1%) e il settore delle telecomunicazioni mobili (con -6,1%).

Come si può leggere sul sito dell’Istat, considerando il dato che negli ultimi tre mesi del 2016 l’indice totale dei prezzi alla produzione dei servizi sia aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e diminuito dello 0,6% su base tendenziale, si può affermare che il comparto dei servizi registri una maggiore tendenza deflazionistica su base tendenziale, rispetto alla ripresa dei prezzi del settore industriale.

Approfondimenti sono disponibili sul sito dell’Istat.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here