Istat: la situazione dell’export italiano

Stack of freight containers at the docks

Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), nel mese di ottobre di quest’anno, è stata registrata una stazionarietà (0,0%) relativa alle vendite dei prodotti italiani all’estero.

Il dato è il frutto del calo dell’export tricolore nelle zone extra UE (-1,1%) e dell’aumento delle vendite nei Paesi UE (+0,8%).

Inoltre, se si considera il trimestre agosto-ottobre e lo si pone a confronto con i tre mesi precedenti del 2016, come si può leggere dal sito dell’Istat: “l’aumento dell’export (+1,4%) coinvolge entrambe le principali aree di sbocco, con una crescita lievemente più intensa per i paesi Ue (+1,5%), rispetto all’area extra Ue (+1,2%). Le importazioni crescono in misura più intensa delle esportazioni (+2,9%).”

Tra i settori che contribuiscono alla crescita dell’export del Made in Italy ci sono i mezzi di trasporto che segnano un +8,1%, mentre i dati negativi arrivano dal comparto degli apparecchi elettronici e ottici (-10,0%) e da quello dei prodotti petroliferi raffinati (-14,3%).

Approfondimenti sono disponibili sul sito dell’Istat.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here