In scena alla Emo: Yamazaki Mazak – 22 nuove macchine

Nel proprio stand alla EMO 2013, Yamazaki Mazak ha esposto 22 nuovi modelli progettati per introdurre gli utenti al motto “make [it] better“. Le macchine dimostrano come Mazak sia in grado di offrire ai suoi clienti sistemi di automazione eccellenti in termini di velocità, precisione e prestazioni. Le novità Mazak rappresentano la tecnologia più avanzata, sviluppata e prodotta in sette diversi impianti di produzione distribuiti in tutto il mondo.
Nell’area di esposizione per la tecnologia multitasking si trovano quattro nuovi modelli Variaxis, tra i quali anche la nuova macchina Variaxis i-700 T con funzione di tornitura. La tornitura è resa possibile grazie alla tavola basculante altamente rigida della macchina, che dispone di un’unità di azionamento dell’asse A con camma rotante e di asse C con motore ad azionamento diretto. L’asse C permette la tornitura con la tavola ruotata nella posizione a 0 gradi o a 90 gradi.

Nello stand Mazak è stata presentata anche la Variaxis i-500, una macchina a 5 assi progettata per migliorare la produttività con elevate velocità di spostamento in rapido di 56/60/60 m/min degli assi X, Y e Z. Il modello e dotato di un comando Siemens Sinumerik 840D sl e di un mandrino di fresatura principale da 18.000 giri/min è in grado di lavorare pezzi fino a Ø500 mm.

A fianco della Variaxis i-500, Mazak ha esposto un centro di lavorazione a 5 assi simultanei, Variaxis j-600/5X, che per il suo prezzo accessibile viene descritto come entry level per la tecnologia a 5 assi. Mostrata anche la macchina Variaxis j-500, che offre una lavorazione simultanea a 4 assi più l’asse A per l’indexaggio.

L’area multitasking è tuttavia dominata da due delle più grandi macchine Mazak della gamma portabandiera Integrex: l’e-800 H II, l’e-1250V/8I e l’e-800H II, la macchina più grande della serie. L’e-800H II è idealmente adatta agli utenti di macchine utensili dei settori olio e gas, aerospaziali e delle energie rinnovabili, per la lavorazione di un’ampia gamma di componenti come valvole grandi, carrelli di atterraggio e alberi motore.

L’e-1250V/8II offre invece eccellenti livelli di prestazione e di precisione. La macchina è stata progettata con un’area di lavorazione estesa per la produzione di parti complesse di diametro molto grande, come quelle tipiche del settore aerospaziale o energetico.

Le due nuove macchine, che saranno esposte nell’area espositiva per i centri di lavorazione orizzontale, sono state progettate per gli utenti di macchine utensili che danno molta importanza a produttività e precisione eccezionali.

Mega 8800 è una macchina ad alta coppia e di grande potenza, in grado di eseguire le più diverse lavorazioni e di trattare materiali difficili come il titanio. A fianco di questa macchina è esposto il nuovo Horizontal Center Nexus 4000-III completo del nuovo sistema di cambio pallet compatto a 6 posizioni. Entrambe le macchine sono state progettate per ottenere ottime prestazioni, precisione e affidabilità.

Nell’area dei centri di lavorazione verticale Mazak ha presentato il modello più recente della sua apprezzata serie VTC 800, la VTC 800/30 SDR. La nuova macchina è un centro di lavorazione a montante mobile verticale con comando simultaneo a 5 assi, progettata e costruita nell’impianto di produzione European Mazak di Worcester, UK, appositamente per i clienti europei.

La nuova variante SDR fornisce la soluzione ideale per un’efficace lavorazione di componenti importanti che richiedono livelli altissimi di precisione. Grazie alla migliore eliminazione dei trucioli, garantisce una produttività sopra la media. Per il raggiungimento di altissimi livelli di precisione è importantissimo l’impiego di tavole rotanti doppie sincronizzate, progettate per evitare torsioni e per garantire una buona tenuta di forme. Inoltre, le viti a ricircolo di sfere e i mandrini termocontrollati consentono un’elevata precisione di posizionamento.

Nell’area espositiva relativa alla tornitura, il pezzo forte è Quick Turn Nexus 350-II MSY, costruito in Europa. Esso è dotato di un mandrino principale e di un secondo mandrino e di una funzione per l’asse Y che permette di lavorare completamente e in modo efficiente pezzi di grandi dimensioni. La macchina 350-II MSY si contraddistingue in particolare per essere l’unica nella sua categoria ad avere utensili motorizzati, un secondo mandrino e un asse Y.

Due macchine per taglio laser sono poi esposte in un’area speciale dedicata alla lavorazione laser presso lo stand Mazak: Optiplex 3015 Fiber II e 3D Fabri Gear 220 II. Optiplex 3015 Fiber II è la prima macchina di taglio laser del suo tipo di Mazak. Essa rinuncia all’impiego del gas laser e offre all’utente il vantaggio di una riduzione dell’80% del consumo elettrico nell’oscillatore e nella centralina di refrigerazione durante il taglio laser. La serie 3D Fabri Gear è stata progettata appositamente per il taglio laser 3D ad alta precisione di configurazioni angolari o complesse di tubi e strutture lunghi. La macchina di taglio laser è dotata di una testa 3D che permette lo spostamento su cinque assi diversi, permettendo alla macchina di eseguire il taglio dei profili aperti e chiusi.

Molte delle macchine presenti nelle diverse aree espositive sono dotate di tecniche di automazione all’avanguardia. Nell’area multitasking è inoltre esposta la macchina Integrex i-100 Bartac S, con un sistema di caricamento barre. I vantaggi interessanti sono un ampio diametro di passaggio della barra e un ridotto fabbisogno al suolo.

Nell’area espositiva relativa alla tornitura è presente Quick Turn Smart 250M dotato di sistema di automazione Robo Smart Cell Mazak. Quest’ultimo consente una grande produttività e una soluzione flessibile alla gestione dei pezzi ed è stato sviluppato per i centri di tornitura e di lavorazione Quick Turn Smart, Quick Turn Nexus e Vertical Center Smart.

Marcus Burton, Group Managing Director Europe di Yamazaki Mazak, ha dichiarato: “Il nostro motto ‘Make it Better’ dimostra quanto sia importante per noi il successo dei nostri clienti: macchine migliori, più veloci, più produttive per tutta la loro durata. L’ultima generazione di macchine evidenzia chiaramente che uno dei nostri punti forza è lo sviluppo di macchine per i mercati locali e la successiva assistenza ai nostri clienti. Quest’ultima viene garantita completamente grazie ai centri tecnologici distribuiti in tutta Europa, grazie al nostro European Parts Centre in Belgio a Leuven e grazie ai nostri centri di manutenzione mandrini. L’Europa rimane uno dei mercati principali per Yamazaki Mazak e la EMO è sicuramente l’highlight del calendario nel settore delle macchine utensili in Europa. Siamo felici di potervi partecipare di poter esporre una così ampia gamma di nuove macchine “.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here