HAIMER: tecnologia di serraggio e frese di alta qualità

Immagini_lowHAIMER si è presentata durante l’Open House quale fornitore di sistema con un proprio centro di affilatura frese ed un proprio centro tecnologico.

La HAIMER GmbH di Igenhausen si è infatti evoluta da produttore di articoli di precisione a protagonista nell’ambito della tecnologia del calettamento e della bilanciatura, e, in definitiva, come fornitore di sistema. Al primo posto, per priorità, vi è l’alta qualità di tutti i prodotti e di tutte le attività – questo viene evidenziato durante l’evento dell’Open House.

L’azienda a conduzione familiare ha aperto per la prima volta le sue porte ed ha invitato all’Open House clienti e persone interessate. Da martedì 26 a sabato 30 aprile 2016 il protagonista europeo per tecnologia degli utensili e leader mondiale per tecnologia del calettamento e 20 della bilanciatura ha presentato, tra l’altro, la sua produzione di alta precisione.

Oltre 1000 visitatori professionali provenienti da oltre 28 Paesi hanno accolto l’invito e hanno visitato la sede produttiva della HAIMER, a Igenhausen.

Le visite guidate tra i padiglioni produttivi, di recente costruzione o ristrutturati negli ultimi tempi, hanno permesso ai visitatori di farsi un’idea di come Haimer raggiunga l’obiettivo preposto di produrre articoli di alta qualità.

Oltre alle visite guidate, è stata offerta una serie di conferenze tecniche nell’ambito dei settori delle macchine utensili e degli utensili, tenute da numerosi relatori di rilievo.

Oltre al Centro di affilatura frese, molta attenzione è stata dedicata al nuovo Centro Tecnologico di 600 mq disponibile prevalentemente per dimostrazioni di asportazione trucioli.

Qui si possono compiere test con diversi utensili e mandrini in 3 centri di lavoro di diversa grandezza e potenzialità. In questo modo possono essere simulate una vasta gamma di applicazioni in diversi settori, dall’asportazione pesante nell’aeronautica e nell’aerospaziale sino alla lavorazione HSC per utensili e stampi. In fondo, i clienti della HAIMER, con le loro richieste speciali e le loro sfide in diversi rami dell’industria della asportazione, qui sono di casa.

Un aspetto fondamentale del Centro Tecnologico è rappresentato dalla scelta corretta dell’utensile e dei sistemi di staffaggio in combinazione con la strategia idonea di fresatura. La HAIMER stessa, in quanto protagonista europea per la tecnologia degli utensili e leader mondiale per la tecnologia della bilanciatura e del calettamento, ha un’esperienza pluriennale nell’asportazione trucioli, e con gli utensili in metallo duro di propria produzione si afferma quale fornitore di sistema nel settore della fresatura.

Centro di affilatura frese e dipartimento Sviluppo d’avanguardia a Igenhausen
La HAIMER ha compiuto negli ultimi anni grandi investimenti in un proprio Centro di affilatura frese per poter soddisfare le richieste di clienti esigenti, fornendo loro utensili in metallo duro. Da allora, è qui che vengono prodotti gli utensili “Made by HAIMER“. Da un’esperienza decennale nell’asportazione trucioli nella propria produzione e grazie a test durati anni, la HAIMER ha potuto trasmettere il know-how acquisito sull’interfaccia “portautensili” all’utensile da taglio.

Oltre alla produzione e al centro tecnologico, la HAIMER ha creato un team interno per lo sviluppo delle diverse geometrie, ed in poco tempo è divenuta fornitore di sistema nell’ambito della fresatura.

Come su tutti i prodotti, la HAIMER punta, anche per gli utensili, alla qualità al 100%, mettendosi in tal modo in risalto nel settore. Le frese a codolo Power Mill affilate con precisione e bilanciate con uno squilibrio minore di 1 gmm e con una tolleranza inferiore ai 5μm, in combinazione con i mandrini HAIMER, assicurano la migliore precisione di concentricità del sistema completo.

Questa precisione garantisce un’elevata stabilità ed affidabilità, e salvaguarda il naso mandrino. Al contempo viene prolungata la vita dell’utensile. Di regola, già un errore di concentricità anche solo di 10 μm riduce la vita dell’utensile del 50%.

Per poter mostrare in modo veloce e semplice ai clienti e alle persone interessate le importanti differenze tra mandrini e utensili, gli specialisti di asportazione trucioli di Igenhausen hanno elaborato una molteplicità di test, mostrati anche durante l’Open House.

Test e confronti significativi
Un esempio concreto: nel confronto tra i mandrini vengono testati diversi sistemi anti-estrazione; successivamente, a pari condizioni di base, vengono misurate le emissioni dei suoni durante la fresatura e alla fine vengono confrontate le superfici ottenute, per evidenziare rispettivamente i vantaggi e gli svantaggi di ogni tipo di mandrino.

Dai risultati emerge che, grazie alle geometrie innovative dei mandrini, come ad esempio nella Serie Power brevettata, il volume di asportazione dei trucioli può essere incrementato enormemente e la superficie del pezzo può essere migliorata.

Un altro test mostra le differenze nella fresatura mediante l’impiego di utensili con la geometria rompitruciolo di Haimer. La sicurezza di processo incrementata con trucioli corti conferma la validità dell’impiego di questa variante con rompitruciolo, in questo modo non si formano gomitoli di trucioli lunghi sul pezzo, i quali possono comportare la rottura della fresa. Inoltre, la minore dimensione dei trucioli facilita la loro evacuazione, prevenendo il pericolo di intasamento del dispositivo di espulsione.

Nel corso dell’anno nel Centro tecnologico non avvengono solo dimostrazioni standard, ma vengono testate e ottimizzate applicazioni specifiche del cliente con nuove strategie di fresatura tenendo sempre sott’occhio l’intera catena del processo dell’asportazione. In questo modo, con una dimostrazione pratica viene mostrata l’importanza della bilanciatura degli utensili durante tutta la catena del processo.

In un’operazione di barenatura viene dimostrato come, grazie ad una operazione di bilanciatura della durata di soli due minuti, effettuata con una macchina HAIMER Tool Dynamic, la differenza in termini di sicurezza di processo e di tolleranza sia ben visibile. Per la dimostrazione viene utilizzato un utensile completo, bilanciato finemente. Emerge chiaramente in poco tempo come le vibrazioni generate da un utensile non bilanciato abbiano delle ripercussioni sulla durata della vita del naso-mandrino.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here