Haas F1 Team in linea con i tempi previsti per il debutto nel 2016

Haas F1 Team è in linea con i tempi previsti per fare il suo debutto nel campionato mondiale di Formula 1 FIA nel 2016 e per diventare così il primo team di Formula 1 a gestione americana a correre dopo 30 anni.

Portare un team iniziale alla griglia di partenza costituisce un’impresa logistica e tecnica immane, ma grazie alla guida del responsabile del team, Guenther Steiner, l’Haas F1 Team può contare su diversi pezzi fondamentali già al loro posto nonostante la stagione del 2016 inizierà appena tra un anno.

Il recente acquisto di uno stabilimento a Banbury, nell’Oxfordshire (Regno Unito) andrà a ingrandire la sede statunitense dell’Haas F1 Team a Kannapolis, nella Carolina del Nord. L’edificio con una superficie di 3.655 metri quadrati fungerà da base europea per l’Haas F1 Team, consentendo un accesso più rapido e semplice ai fornitori oltreoceano del team e una logistica ottimizzata durante i viaggi del team verso i luoghi della Formula Uno in Europa.

La costruzione delle attrezzature per il team, dai trasportatori all’impianto per il pit-stop fino alla configurazione del garage è bene avviata. Al momento del completamento, tutto verrà conservato presso la sede di Banbury dell’Haas F1 Team.

Sono state assegnate inoltre alcune posizioni aziendali chiave, in particolare DaveO’Neill in qualità di team manager, Rob Taylor in qualità di progettista capo e Ben Agathangelou come responsabile capo per l’aerodinamica.

O’Neill è arrivato all’Haas F1 Team dal Marussia F1 Team, inizialmente noto come Manor GP e dove era arrivato nel 2009. L’esperienza di O’Neill è molto preziosa per l’Haas F1 Team dato che il suo incarico quando era entrato a fare parte di Manor era stato preparare un team di Formula 1 in sei mesi.

L’assunzione del personale, l’acquisto di attrezzature e infrastrutture, il controllo della progettazione delle auto e la scelta dei fornitori sono state solo alcune delle numerose incombenze di O’Neill. O’Neill è stato team manager per il Jordan Grand Prix dal 1988 fino al 2005 prima di entrare a fare parte di A1GP, un campionato promosso come la “Coppa del mondo degli sport motoristici”. In quanto coordinatore tecnico capo per A1GP, O’Neill ha preparato la serie e i test su pista delle auto. In questo periodo ha svolto anche il ruolo di team manager per il Team Irlanda di A1GP, vincendo il campionato A1GP nella quarta stagione della serie (2008-2009).

Taylor è entrato a fare parte dell”Haas F1 Team da Marussia, dove ha rivestito il ruolo di vice progettista capo. Prima di Marussia, Taylor è stato senior leader del team di progettazione presso McLaren dall’aprile 2006 fino al dicembre 2010. Prima di McLaren, dal 2002 Taylor è stato a capo della progettazione dei veicoli per Red Bull racing, Toro Rosso e Jaguar. Le posizioni da progettista senior ad Arrows (1997-2002) e Scuderia Ferrari (1992-1997) sono stati ottenuti in seguito a periodi presso Cosworth (1987-1989) e Benetton (1989-1992).

Il ruolo di Taylor con l’Haas F1 Team segna il proprio 28º anno in Formula 1, un periodo che gli ha garantito un ventaglio di esperienze in tutte le discipline della progettazione di Formula 1.

Agathangelou si è accoppiato all’Haas F1 Team di Scuderia Ferrari dove si è occupato dell’aggiornamento del tunnel de vento e dei sistemi di prova della scuderia a Maranello, in Italia, nel marzo 2012. Angathangelou ha lavorato in precedenza con Dallara, in qualità di consulente tecnico per diversi progetti condotti dal produttore di macchine da corsa italiano sin dal 2009, inclusa la gestione tecnica del progetto Campos F1, gli aggiornamento tecnici del 2012 per il GP2 e la World Series Renault, la progettazione e lo sviluppo del telaio DW12 Indycare  la gestione dle progetto di macchine sportive “a basso costo” Alfa Romeo 4C. Aganthangelou vanta un’enorme esperienza in Formula 1, dato che è stato a capo del gruppo per l’aerodinamica per Jaguar e successivamente Red Bull Racing, dal 2002 al 2007.

Agathangelou ha rivestito lo stesso ruolo con Renatul F1/Benetton da settembre 199 a marzo 2002. Agathangelou ha iniziato la sua carriera in Formula 1 nel 1994 con McLaren in qualità di analista di aerodinamica, è quindi passato a Tyrrell nell’agosto 1997 in qualità di responsabile senior dell’aerodinamica ed è quindi entrato a far parte nell’aprile 1998 di Honda Racing Development in qualità di responsabile dell’aerodinamica per preparare l’ingresso della Honda 200 in Formula Uno.

Agathangelou e Taylor hanno già progettato il modello in scala a 60% dell’auto che la scuderia Haas F1 Team guiderà nel 2016. Il duo ha trascorso molte ore nella galleria del vendo che condivide con il partner tecnico di Haas F1 Team, Scuderia Ferrari. Lavorando in modo diligente allo sviluppo del modello su scala, l’Haas F1 Team sarà pronto a entrare in pista nel 2016.

“Sebbene ci sia ancora molto lavoro da fare, si è già fatto molto per l’Haas F1 Team in modo da renderlo competitivo quando abbiamo raggiunto la griglia di partenza della F1 nel 2016”, ha spiegato Steiner, un veterano della Formula 1 inizialmente assunto dal tre volte campione Niki Lauda per poi passare a Jaguar nel 2001 in qualità di direttore operativo del team.

“La nostra collaborazione tecnica con Ferrari ci ha consentito di sviluppare la nostra auto e i nostro team a ritmo elevatissimo. Il modo in cui gestiremo il team di F1 è nuovo e diverso, ma funziona. Ci impegniamo a rispettare il nostro programma, siamo impegnati nei confronti della F1 e, ancora più importante, siamo in tempo. In questo momento l’anno prossimo le nostre auto saranno già state testate e le staremo preparando per Melbourne”:

Melbourne in Australia sarà la gara di inizio per il campionato di Formula 1. È la corsa che segnerà il debutto dell’Haas F1 Team dopo i test pre-stagionali. Haas Automation, Inc., l’azienda di costruzione di macchine utensili CNC fondata nel 1983 dal presidente dell’Haas F1 Team Gene Haas fungerà da sponsor principale per la scuderia.

Oltre all’Haas F1 Team, le proprietà nel settore degli sport motoristici comprendono Stewart-Haas Racing e Windshear.

Stewart-Haas Racing è una coproprietà di Haas e Tony Stewart. L’organizzazione ha vinto il campionato Sprint Cup nel 2014 con il pilota Kevin Harvick, che ha raggiunto il secondo campionato per il team in 4 anni. Il proprietario e autista Stewart ha vinto il primo titolo Sprint Cup del team nel 2011.

Stewart-Haas Racing mette in campo quattro auto: la Chevrolet Bass Pro Shops/Mobil 1 n. 44 per Stewart, la Chevrolet GoDaddy n. 10 per Danica Patrick, la Chevrolet Budweiser/Jimmy John n. 4 per Harvick e la Chevrolet Haas Automation n. 41 per Kurt Busch. La scuderia opera in uno stabilimento di 18.581 metri quadrati e conta su circa 280 dipendenti.

Windshear è una galleria del vento da 190 kph a Concord, in Carolina del nord, la prima di questo genere in America settentrionale. Fondata da Haas, è la sola terza galleria del vento “rolling road” di questa scala esistente e la prima galleria del vento commercialmente disponibile, su scala completa. Windshear può essereaffittata da tutte le scuderie di sport motoristici e produttori di auto.

Le scuderie di NASCAR, INDYCAR, sports car and NHRA utilizzano Windshear, così come il consiglio statunitense per la ricerca automobilistica USCAR, che ha condotto test per la produzione di auto presso Windshear.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here