GF Machining Solutions: dall’interconnessione alla servitizzazione

L’ing. Andrea Fritzsch, managing director presso GF Machining Solutions Italia.
L’ing. Andrea Fritzsch, managing director presso GF Machining Solutions Italia.

La connessione remota figura quale una delle tecnologie abilitanti più importanti per sviluppare nuovi modelli di business orientati al servizio. La conferma tangibile proviene anche dai produttori di beni strumentali che stanno costantemente investendo risorse e sviluppando queste nuove soluzioni orientate, di fatto, al concetto di Industry 4.0.

In linea con questo trend, GF Machining Solutions, punto di riferimento mondiale nell’offerta di macchine, soluzioni per l’automazione, servizi per la realizzazione di stampi e utensili e per la produzione di componenti ad alta precisione, ha organizzato lo scorso maggio presso la propria sede milanese un evento, in collaborazione con l’Università di Brescia – Dipartimento di Ingegneria e Asap Service Management Forum, community per la ricerca, la formazione, il networking e il trasferimento di soluzioni dove centri di ricerca universitari (tra cui UniBS) e aziende collaborano allo sviluppo di strumenti, conoscenze e progetti formativi per l’innovazione nella progettazione e gestione dei servizi, per lo sviluppo strategico del “service business” e la gestione del cambiamento.

L’appuntamento ha anticipato i Solution Days 2016 di GF Machining Solutions, evento inaugurato lo stesso 18 maggio e che si è protratto per i tre giorni successivi, durante il quale i visitatori hanno potuto vedere in funzione le principali tecnologie, incontrare i tecnici e acquisire informazioni per trovare una soluzione all’avanguardia e allineata con le più diverse necessità produttive. Nel Centro di Competenza sono stati esposti gli impianti a elettroerosione a tuffo e a filo, centri di fresatura 5 assi a elevata velocità e prestazioni, l’automazione e tooling System 3R e i servizi di Customer Services.

Ad aprire i lavori l’ing. Andrea Fritzsch, managing director presso GF Machining Solutions Italia, al quale è stata affidata la presentazione aggiornata dell’azienda e la sua collocazione all’interno del Gruppo Georg Fischer al quale appartiene.

Enrico Borghi, Customer service manager di GF Machining Solutions Italia, ha focalizzato l’attenzione nel proprio successivo intervento sull’importanza del monitoraggio delle performance del processo di assistenza tecnica. Tematica affrontata con l’esposizione di due interessanti progetti, oggetto di tesi di laurea, sviluppati in collaborazione con ASAP SMF.

«Due progetti – ha precisato Borghi – basati su due indicatori. Il primo, orientato al servizio di diagnostica, implementato con l’obiettivo di incrementare l’efficienza interna di GF Machining Solutions attraverso l’ottimizzazione delle performance degli addetti al servizio di assistenza telefonica, in termini di chiamate evase e di percentuale di successo del supporto telefonico fornito, al fine di contenere e razionalizzare i costi. Il secondo progetto è invece collegato all’indicatore Mttr, Mean Time to Repair, ovvero il tempo medio di ripristino e come la sua disamina analitica possa fornire dati di rilievo al fine di ottimizzare ulteriormente il nostro servizio al cliente».

Nuove tecnologie e loro diffusione
Il ruolo dei prodotti interconnessi nella servitizzazione è stato invece l’oggetto dell’intervento successivo di Nicola Saccani, Università di Brescia – RISE Lab e coordinatore nazionale di ASAP SMF. Tanti gli esempi che hanno mostrato le nuove tecnologie disponibili (dalla stampa 3D all’Internet delle Cose, dalla robotica al social manufacturing, dalla realtà aumentata alla realtà virtuale alle nanotecnologie), la loro diffusione, le opportunità che le stesse offrono, ma anche gli ostacoli al loro impiego.

«Da un’indagine fatta dall’Università di Brescia – ha sottolineato Saccani – è ancora elevata la percentuale di aziende che non hanno ancora una sufficiente conoscenza delle nuove opportunità tecnologiche oppure, che pur conoscendole, non stanno adeguatamente muovendosi per applicarle all’interno dei propri processi. L’ostacolo principale rilevato risiede nella mancanza di risorse umane, ovvero competenze interne che possano portare a un loro fattivo impiego».

In questo contesto di servitizzazione e innovazione tecnologica si inserisce rConnect per i Customer Services, quale caso di successo di interconnessione illustrato in modo approfondito da Marco Zilli del dipartimento di diagnostica e assistenza tecnica di GF Solutions Machining.

«rConnect – ha rilevato Zilli – si propone non solo quale piattaforma centralizzata di comunicazione per le tecnologie di fresatura, elettroerosione e laser, ma come un vero e proprio ambiente gestionale che, in tutta sicurezza, rende già oggi possibile la cosiddetta Lra, Live Remote Assistance».

La piattaforma consente infatti l’assistenza remota in tutta sicurezza e su autorizzazione del cliente (su una rete privata virtuale istantanea che consente un accesso alla macchina altamente protetto e certificato con TÜViT Trusted Product Certificate), attraverso il collegamento in tempo reale al centro diagnostico più vicino e agli impianti di GF Machining Solutions. In questo contesto permette di ispezionare la macchina mediante una diagnostica eseguita dal cliente o da un tecnico della stessa GF Machining Solutions.

«La sicurezza – ha aggiunto Zilli – è garantita da protocolli operativi mirati e filtrati che veicolano il flusso dati a un server centrale. Qui hanno luogo tutte le autorizzazioni che permettono l’accesso ai soli dati necessari all’intervento».

Enrico Borghi e Marco Zilli di GF Machining Solutions Italia illustrano le peculiarità della piattaforma rConnect.
Enrico Borghi e Marco Zilli di GF Machining Solutions Italia illustrano le peculiarità della piattaforma rConnect.

Dalla teoria alla pratica
I presenti hanno avuto modo di assistere a una dimostrazione live delle potenzialità offerte dalla piattaforma. Dimostrazione che ha suscitato un aperto dibattito al quale i tecnici hanno risposto con altrettanti esempi pratici grazie a un collegamento con una macchina presente nell’adiacente show-room e di una installata presso il Centro di Competenza della sede tedesca GF Machining Solutions.

«rConnect – ha concluso Zilli – verrà presto integrata con nuovi servizi orientati alla manutenzione preventiva e predittiva, a vantaggio non solo della nostra azienda, in termini di ottimizzazione del servizio al cliente, ma soprattutto dell’utilizzatore della o delle macchine che lo implementeranno. Ciò significa interventi tempestivi minimizzando il disagio nei confronti di un eventuale fermo macchina ed elevando le performance globali operative».

Più nel dettaglio, la Live Remote Assistance offre per esempio una panoramica di tutte le operazioni di manutenzione in scadenza. L’utente può così visualizzare i messaggi relativi alle condizioni attuali della macchina e richiedere rapporti sulle prestazioni della stessa. Significativi ed evidenti vantaggi, come già sottolineato: diagnosi e interventi più rapidi all’insorgere di problemi, notevole riduzione dei tempi di fermo e, di conseguenza, valori di produttività più alti e costanti. Grazie alla LRA, il cliente e GF Machining Solutions possono condividere informazioni mediante audio, video, chat, lavagna elettronica, trasferimento di file, condivisione schermo e accesso al sistema. Tutto ciò che, sempre a favore della massima sicurezza e trasparenza, ogni singola interazione e procedura viene registrata.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here