FANUC porta l’Industry 4.0 nello stampaggio a iniezione

roboshotDal 19 al 26 ottobre FANUC partecipa a K 2016 (Padiglione 14 – Stand A60), la fiera per l’industria delle materie plastiche e della gomma, e per la prima volta in Europa presenterà una soluzione modulare automatizzata composta dalla pressa per lo stampaggio a iniezione 100% elettrica ROBOSHOT α-S130iA e dalle unità di iniezione orizzontale SI-300HA e verticale SI-20A.

Inoltre, presso lo stand Nexus FANUC esporrà una soluzione per lo stampaggio ad iniezione di siliconi liquidi (LSR) e insieme a Männer introdurrà una nuova tecnologia per lo stampaggio.

Un collegamento live con la sede centrale di FANUC in Giappone dimostrerà poi le potenzialità di LINKi, la soluzione FANUC per l’Industry 4.0 e l’Internet of Things.

FANUC introduce per la prima volta in Europa una soluzione per lo stampaggio a tripla iniezione che coinvolge la nuova unità di iniezione orizzontale SI-300HA; lo scorso anno FANUC aveva presentato l’unità di iniezione verticale SI-20A.

“In modo semplice e immediato, una macchina standard può essere trasformata in una pressa per lo stampaggio a doppia o tripla iniezione”, spiega Wolfgang Haak, Product Manager FANUC, evidenziando il vantaggio di questo approccio modulare per gli utilizzatori finali.

Implementare le unità di iniezione addizionali è facile, e permette di aggiungere un elevato livello di flessibilità e nuove funzionalità alle prestazioni notoriamente affidabili delle soluzioni FANUC.

La nuova iHMI è ora di serie su tutte le macchine della gamma ROBOSHOT. Il touchscreen rende l’utilizzo immediato e intuitivo, e la costante presenza di una funzione di Help affianca e supporta l’operatore in caso di necessità.

Oltre a queste innovazioni che mirano a semplificare il lavoro degli operatori, FANUC ha introdotto il pacchetto Quick Simple Start-Up Package (QSSP) per l’integrazione di un robot FANUC nella ROBOSHOT. Questo tool comprende tutti i componenti necessari a realizzare una soluzione completamente FANUC automatizzata. Condividendo lo stesso ambiente e linguaggio, il robot e la selezione del programma possono essere gestiti direttamente dall’interfaccia iHMI della ROBOSHOT.

La funzione QSSP è disponibile per tutti i robot FANUC industriali gialli e collaborativi verdi; grazie a questo pacchetto e al software LINKi, le presse ROBOSHOT sono ora equipaggiate per realizzare compiutamente i principi di Internet of Things e Industry 4.0.

A K 2016 sarà inoltre presente un’applicazione che vede la ROBOSHOT α-S130iA equipaggiata con robot FANUC impegnata in una demo live di stampaggio ad iniezione di siliconi liquidi. Questa soluzione per lo stampaggio è realizzata da Nexus Automation, integratore che vanta una solida esperienza nel campo dello stampaggio LSR.

Per questo tipo di applicazione è necessario che la macchina per lo stampaggio a iniezione risulti estremamente precisa. “È qui che la ROBOSHOT riesce a dimostrare tutte le sue potenzialità”, sottolinea Haak. Mentre solitamente lo stampaggio LSR non prevede il cambio utensili tra le macchine, nella soluzione presentata da Nexus la ROBOSHOT raggiunge livelli di precisione tali da consentirlo.

Insieme allo specialista di utensili per lo stampaggio Männer, FANUC porta in Fiera una soluzione specifica per l’automotive che vede impegnate una ROBOSHOT α-S50iA con stampo 2+2 e tecnologia “Side Valve Gate” a iniezione laterale. Presso lo stand Männer sarà poi possibile vedere una ROBOSHOT α-S100iA che opera con una servovalvola a serranda integrata; si tratta di una soluzione destinata ad attirare l’attenzione di tutte quelle lavorazioni di fascia alta e del medicale che fanno affidamento su valvole a serranda elettriche, poiché assicura un vantaggio competitivo e qualitativo unico.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here