Faccia a faccia con Giovanni Battista Marni: in sintonia con le esigenze del cliente

Giovanni Battista Marni, area sales manager Italy di Hasco Hasenclever GmbH + Co KG.
Giovanni Battista Marni, area sales manager Italy di Hasco Hasenclever GmbH + Co KG.

Qual è la filosofia operativa con cui la vostra Casa madre si muove sul mercato internazionale?
Da qualche anno Hasco sta sviluppando una serie di importanti concetti che sono volti a migliorare il lavoro, sia nostro sia dei nostri clienti: innovazione, agilità, semplicità e prestazione. Questi concetti, che si traducono in Enabling with System, non sono solo belle parole, ma veri e propri valori che vedono coinvolte tutte le persone che operano in Hasco, dall’amministratore delegato al magazziniere, per fare in modo di offrire sempre ai nostri clienti esattamente quello che vogliono. Intendiamo mettere i nostri clienti nelle condizioni migliori per eseguire il loro lavoro.

Come e perché è nata la filiale italiana e quali evoluzioni l’hanno caratterizzata fino a oggi?
La filiale italiana di Hasco è nata per consentirci di essere ancora più vicini ai nostri clienti. I tempi sono cambiati, così come lo sono le esigenze dei clienti: da qui è nata l’idea di essere diretti. Quello italiano è ancora un mercato ambizioso, nonostante tutte le difficoltà che gli stampisti hanno incontrato. È il secondo in Europa, dopo la Germania, ed è il sesto nel mondo. Dunque l’Italia degli stampisti ha ancora un grosso potenziale e margini di miglioramento. Ci vuole solo un po’ di fiducia.

Nuovi ugelli Techni shot.
Nuovi ugelli Techni shot.

Il 2016 segna la tappa dei vostri primi cinque anni di attività diretta in Italia. Quali risultati avete raggiunto?
Questo è in effetti il nostro quinto anno di attività diretta sul territorio italiano e, lavorando sul campo con entusiasmo e passione, ogni giorno abbiamo ottenuto e continuiamo a ottenere risultati importanti: si chiamano “semplicemente” ordini. Questi risultati concreti attestano la fiducia che i nostri clienti hanno riposto e ripongono quotidianamente in Hasco.

Quali sono le caratteristiche e i punti di forza che maggiormente contraddistinguono la vostra azienda?
Non vorrei essere ripetitivo, ma devo parlare di nuovo di: innovazione, agilità, semplicità e prestazione, i valori che si traducono in Enabling with System. Ogni singola persona che lavora in Hasco ha ben chiari questi valori e segue la filosofia operativa che in essi è racchiusa.

Panoramica di nuovi prodotti Hasco 2015/16.
Panoramica di nuovi prodotti Hasco 2015/16.

Innovazione e qualità: che significato hanno per voi questi termini e come li interpretate?
Hasco è pioniera della normalizzazione e della standardizzazione. A metà degli anni Sessanta, Rolf Hasenclever ha inventato il primo sistema modulare e la parola “Normalien” è stata anche inserita nel dizionario tedesco. In quanto alla qualità, è sempre un must. I prodotti che forniamo ai nostri clienti, infatti, sono sempre di qualità elevata e ogni anno ne immettiamo di nuovi sul mercato per semplificare il loro lavoro.

Come avete conquistato la fiducia dei vostri clienti e come fate sentire loro la vostra vicinanza?
Cerchiamo di dimostrare quotidianamente le nostre qualità e le nostre capacità professionali, con serietà e dando sempre risposte precise ed esaurienti in tempi rapidi.

Come si articola attualmente la vostra offerta e quali peculiarità la caratterizzano sul mercato?
La nostra proposta è davvero ampia e diversificata: offriamo infatti ai nostri clienti un catalogo di 100.000 articoli, dal quale possono attingere di tutto, dal portastampo completo ai canali caldi. Se i clienti lo desiderano, possono trovare in Hasco un fornitore unico a cui rivolgersi per le loro diverse necessità di lavoro.

Quali sono in questo periodo i vostri prodotti di punta o le vostre novità di maggior spicco?
Per quanto concerne i nostri prodotti di punta, merita di essere citata la nuova linea di piastre per portastampo P1, che abbiamo da poco inserito nel nostro catalogo. Si tratta di una tipologia di piastre di ottima qualità, offerte a un prezzo mirato alle esigenze di tutti i clienti. Inoltre, una novità importante per il 2016 sarà, come la chiamiamo noi di Hasco, “la rivoluzione digitale”: un nuovo portale più intuitivo e facile da usare.

Dispositivo per stampi a sandwich.
Dispositivo per stampi a sandwich.

Cosa chiedono oggi gli stampisti a prodotti come i vostri e quali risposte offrite loro in tal senso?
Gli stampisti di oggi chiedono le stesse cose che chiedevano anni fa, vale a dire: qualità, puntualità, prezzo. Oggi i tempi sono cambiati e quello che fino a dieci anni fa si poteva fare in sei mesi, oggigiorno va fatto in due o tre. E considerando che la progettazione occupa gioco forza un certo tempo, ne rimane ovviamente meno per le lavorazioni. Da qui nasce l’esigenza degli stampisti di avere in tempi rapidi in casa i materiali da lavorare. Per questo motivo Hasco ha investito notevolmente al fine di poter soddisfare queste, e altre, esigenze dei clienti. Abbiamo costituito una supply chain che seleziona e certifica i nostri fornitori. Gli acciai sono di qualità europea e corrispondono a una qualità più elevata per la costruzione moderna degli stampi. Dal momento del ricevimento dell’ordine, consegniamo entro quarantotto ore.

In che misura i vostri prodotti contribuiscono a incrementare la produttività degli utilizzatori?
Le risposte migliori potrebbero darle direttamente i nostri clienti. Noi, di base, mettiamo sempre la passione per il nostro lavoro e Hasco non ha mai ridotto il livello di qualità dei suoi prodotti. Inoltre, andiamo incontro alle esigenze dei cliente con proposte commerciali interessanti. Logicamente l’utilizzatore finale (nazionale e internazionale), vedendo che gli stampi sono costruiti con nostri materiali ha la consapevolezza che sono di buona manifattura, perché il costruttore preferisce i prodotti originali. Altresì, quando si presenta la necessità, è possibile trovare i ricambi in tutto il mondo, proprio perché sono Hasco: siamo presenti in ben trentacinque Paesi, per cui risulta piuttosto facile trovarli ovunque.

Per finire, come valutate l’attuale andamento del mercato nel vostro contesto operativo e quali sviluppi ipotizzate?
È da circa un anno e mezzo che il mercato italiano sta tenendo. Adesso si respira un po’ più di positività e parecchi stampisti sono tornati a investire nell’officina, cosa che non si poteva pensare qualche tempo fa. Le istituzioni (mi riferisco allo Stato e alle banche) non devono lasciarci soli, ma, a prescindere da questo, non deve mai mancare la fiducia tra cliente e fornitore, a tutti i livelli. Solo in questo modo possiamo mantenere lontana la crisi.

Panoramica di nuovi prodotti per i sistemi a svitamento Hasco.
Panoramica di nuovi prodotti per i sistemi a svitamento Hasco.

Cinque anni di attività in crescendo
Quello in corso è il quinto anno di attività diretta di Hasco in Italia. Questi primi cinque anni di presenza diretta sul mercato italiano sono densi di significato per questa dinamica realtà, che dal 2011 a oggi ha registrato un costante crescendo sotto tutti i punti di vista, come afferma Giovanni Battista Marni, area sales manager Italy. Che aggiunge: «Vorrei tra l’altro cogliere l’occasione, attraverso le pagine di Stampi, per ringraziare tutti i nostri clienti italiani, per averci dato fiducia e per continuare a collaborare con noi. Ricordo ancora il primo giorno come se fosse ieri. L’azienda ha riposto in me una fiducia tale da permettermi di lavorare in assoluta tranquillità e con grande serenità. Io e i miei meravigliosi colleghi abbiamo costruito una buona squadra e ogni giorno svolgiamo il nostro compito con impegno, serietà e professionalità. Ci piace il nostro lavoro e ci piace lavorare così! Siamo partiti con tanto entusiasmo e tanta curiosità di conoscere un mercato che è sempre stato importante. E dopo cinque anni, se dobbiamo fare un bilancio, possiamo dire di aver compiuto il passo giusto, cioè quello di essere diretti. In tutto questo sono stati fondamentali la presenza e l’apporto di Hasco, che non ci ha mai lasciati soli, né noi del team né tantomeno i clienti».

Nuova tipologia di piastre, presentata a Eurostampi 2016.
Nuova tipologia di piastre, presentata a Eurostampi 2016.

Formazione: un percorso a 360°
Come si muove una realtà come Hasco in ambito formativo? La sua strategia operativa in tale importante contesto è senz’altro molto attenta e mirata. «All’interno di Hasco – spiega Giovanni Battista Marni – vi è infatti una scuola che forma i ragazzi intenzionati a intraprendere un determinato percorso. Ogni anno, poi, i migliori vengono inseriti nei raparti produttivi e viene inoltre fatta fare loro esperienza anche in altri comparti dell’azienda: dagli uffici al magazzino». Così facendo, lo studente riesce a comprendere meglio e concretamente l’importanza di ogni singola fase del lavoro: dall’inserimento dell’ordine nel gestionale fino alla spedizione, ogni singolo stadio di questo percorso deve essere ben compreso. Non a caso, molti dirigenti di Hasco escono da questa scuola. «La persona che ha la responsabilità di seguire questi ragazzi lo fa da più di trent’anni e lo fa sempre con la passione del primo giorno: molti di noi devono dirgli grazie. Anche chi, come noi, si occupa della parte relativa alle vendite viene regolarmente aggiornato mediante corsi sui nuovi prodotti».

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here