Dollmar Meccanica: impianto di lavaggio per la fabbrica Beretta

Cattura5La fabbrica d’armi Pietro Beretta, marchio italiano noto in tutto il mondo, nasce all’inizio del XVI° secolo nel cuore della Val Trompia, dove attualmente è strutturata in unità produttive elementari distribuite lungo il fiume Mella, che divide le unità di montaggio e il magazzino dei prodotti finiti dal reparto dei trattamenti termici e delle materie prime.

Per necessità logistiche, nel 2007 sono stati riorganizzati completamente i flussi produttivi e le logiche di produzione, riducendo drasticamente le distanze che il prodotto percorreva dal magazzino delle materie prime fino al reparto di assemblaggio.

Avendo ottimizzato tempi e costi, decidono di investire quindi nell’aggiornamento degli impianti produttivi, fra cui l’impianto di lavaggio Dollmar Meccanica per la pulizia delle bascule.

La bascula è uno dei pezzi più complessi dal punto di vista della finitura; realizzata in acciaio o lega leggera, ha una finitura parzialmente lucida ottenuta con tirature a specchio e una finitura opaca ottenuta con sabbiatura manuale o semiautomatica. Prima della finitura la bascula è sottoposta ad un intervento di rettifica che utilizza oli organici.

La qualità della finitura dipende molto dal lavaggio dei pezzi dopo la rettifica, in quanto l’olio si condensa in alcuni piccoli fori ciechi ed è importante che venga eliminato perfettamente.

L’impianto Dollmar Meccanica è un impianto di lavaggio combinato a spruzzo e immersione a base acqua e detergente.

La prima fase del ciclo è il lavaggio a spruzzo, cui segue l’immersione con movimento rotatorio delle ceste contenenti i pezzi da lavare; una volta completato il ciclo di lavaggio segue l’asciugatura con ricircolo forzato d’aria e sottovuoto. L’interazione tra l’azione meccanica dello spruzzo e quella cinetica durante l’immersione unita all’azione chimica del detergente garantisce il perfetto livello di pulizia richiesto per i trattamenti successivi.

L’impianto lava mediamente 200/250 bascule al giorno su due turni lavorativi con cicli di lavaggio di 15 minuti.

La scelta dell’impianto Dollmar Meccanica non nasce solamente dall’esigenza di elevati livelli di pulizia ma anche dal rispetto verso l’ambiente che Dollmar Meccanica segue nella progettazione dei propri impianti.

Autore: Monica Fumagalli, ipcm®. © Tutti i diritti riservati. www.ipcm.it.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here