Con Haas il 5º asse è per tutti

Foto 05 OKGrazie alla Haas la lavorazione a cinque assi non rappresenta più una tecnologia proibitiva dal punto di vista dei costi per le piccole attività manifatturiere.

Capecchi Srl in Italia è un esempio di come anche le aziende più piccole possono ora accedere a macchine utensili CNC a più assi, come il centro di lavoro universale Haas UMC-750. La nuova macchina dell’azienda sta realizzando con semplicità pezzi prismatici complessi, a un costo unitario impensabile appena qualche anno fa. Fondata 50 anni fa, Capecchi vanta a catalogo una completa gamma di strumenti e calibratori ottici; dispositivi dall’aspetto robusto con basi in ghisa verniciate a polvere e componenti levigati. La maggior parte delle aziende europee che realizzavano prodotti simili è ormai scomparsa. L’officina fiorentina è sopravvissuta perché ha saputo capitalizzare gli sviluppi tecnologici ed economici del mercato diversificando la produzione. In quest’ottica, molto di quanto offerto oggi dall’azienda può essere prodotto esclusivamente con una macchina utensile CNC a cinque assi. In effetti, il più recente investimento dell’azienda è stata una macchina UMC-750 Haas, che consente a Capecchi di competere con officine molto più grandi nella produzione di pezzi complessi senza i costi solitamente associati alle operazioni su più assi. Sebbene alcuni degli strumenti su cui l’azienda ha costruito la propria reputazione restano la base dell’attività; gli scartamenti di binari per i test di materiali rotabili rappresentano ancora circa il 20% del fatturato dell’azienda; il restante 80% è costituito da incarichi per altri settori tra cui quello della tecnologia laser, dell’automazione industriale, dei durometri, del rilievo cartografico stereoscopico e della topografia, fino alle industrie radar, oftalmologica, tessile e biomedica. La forza dell’azienda risiede nella sua capacità di garantire componenti di precisione di alta qualità a prezzi contenuti con consegne puntuali e un’assistenza completa che comprende progettazione, creazione di prototipi, lavorazione a macchina, ispezione e assemblaggio. Davanti alla prospettiva di dover investire nella lavorazione a cinque assi la scelta è caduta sulla Haas UMC-750 per via dell’ottimo rapporto qualità-prezzo e delle prestazioni in linea con le reali necessità operative dell’azienda. Le dimensioni delle partite in azienda vanno dai 5 ai 200 pezzi, sebbene quelle da 15-20 pezzi siano standard. Per delle quantità relativamente basse, la semplicità e la velocità di settaggio della UMC-750 è fondamentale per raggiungere gli obiettivi di produzione e produttività. Tutto questo mantenendo ottimali livelli di precisione e qualità. Haas ha seguito l’azienda, sia durante il processo di acquisto sia in fase di installazione, da quanto la UMC-750 è stata messa in servizio nell’ottobre 2014. Il controllo Haas si è dimostrato particolarmente facile da controllare rispetto ad altre macchine e negli ultimi mesi l’azienda ha spostato gradualmente sempre più lavoro verso la nuova macchina. Tuttavia, non è solo una questione di tempi di ciclo, ma anche una questione di precisione. Meno settaggi si traducono in minori occasioni di imprecisione sul pezzo finito. Ciò significa anche meno materiale di scarto e consegne più affidabili, fondamentali per ogni attività di lavorazione, in particolare se, come Capecchi, prevede di essere ancora attiva tra 50 anni.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here