Cold Gun EXAIR: raffreddare gli utensili senza refrigerante

foto-09-okUtilizzando solo aria compressa i Raffreddatori Cold Gun EXAIR forniscono un flusso d’aria fredda per raffreddare utensili e pezzi in lavorazione. I sistemi, commercializzati dalla Magugliani, incorporano un tubo a vortice in acciaio inox AISI 304 in grado di convertire il flusso d’aria proveniente da un compressore in aria fredda con temperatura di 28 °C in meno rispetto alla temperatura dell’aria compressa che alimenta il dispositivo. È possibile dotarli di un tubetto snodabile per poter dirigere il flusso di aria fredda nel punto desiderato. Nessuna parte in movimento e nessuna manutenzione per lunga durata. In pratica, funzionano ad aria compressa, generalmente a pressioni tra 5,5 e 6,9 BAR. Il consumo del modello 5015 alla massima pressione è di 425 Nlitri/min, capacità di raffreddamento pari a 1000 Btu/h, mentre per il modello 5030 il consumo è 850 Nlitri/min e la capacità di raffreddamento è 2000 Btu/h. Rumorosità 70 dBA per la versione Cold Gun e 82 dBA PER High Power Cold Gun. Le prestazioni sono regolabili variando la pressione dell’aria compressa fornita. L’aria compressa entra nel tubo a vortice inox integrato nel Cold Gun ed è convertita in due flussi separati, uno caldo ed uno freddo. Il flusso di aria calda viene silenziato e scaricato nell’ambiente mentre il flusso di aria fredda viene convogliato, attraverso il tubetto snodabile, verso la zona da raffreddare. Tra le principali applicazioni segnaliamo: affilatura di utensili, tornitura, fresatura, foratura e taglio, rettifica di superfici piane e tonde, lucidatura, raffreddamento di particolari estrusi o materie plastiche nello stampaggio ad indurimento rapido e raffreddamento testine di macchine marcatrici. I vantaggi sono l’eliminazione del rischio di bruciature taglienti, l’aumento della produttività, prolungamento della vita degli utensili, esenzione da manutenzione, maggiore velocità di lavorazione e durata dell’utensile, sicurezza (non è collegato alla linea elettrica).

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here