Cina: una crescita di qualità, efficienza e maggiore attenzione per l’ambiente

foto E cinariciclaL’industria della plastica cinese sta attraversando un periodo di profondo cambiamento. Non si tratta più di crescere in termini di produzioni su larga scala e ritmi più veloci ma di basare lo sviluppo di questo settore puntando all’innovazione e al miglioramento scientifici e tecnologici continui.

Oggetto della strategia delle transazioni a lungo termine, resa nota in occasione della recente conferenza Central Economic Working di Pechino, sono i nuovi obiettivi per le nazioni nel prossimo piano quinquennale (2016-2020) che mirano a una maggiore attenzione verso le politiche ambientali a favore di un consumo energetico più responsabile, maggiore considerazione nel riciclaggio dei materiali e l’impiego di materiali meno dannosi per l’ambiente.

Cao Jian executive vice presidente di China Plastics Processing Industry Association, prevede una crescita dell’industria della plastica cinese del 6/8 percento nel 2015. Da Febbraio a Novembre 2014 la Cina ha prodotto 66,7 milioni di tonnellate di prodotti plastici lavorati, un incremento del 7,45% rispetto allo stesso periodo nel 2013.

Nello stesso periodo i fatturati di questo comparto sono aumentati del 9,64%, pari a circa 300 miliardi di dollari. Le esportazioni per il settore della plastica sono cresciute del 6,52%, pari a 54,7 miliardi di dollari, mentre il profitto è salito dell’8,44%, pari a circa 164 milioni di dollari.

Le considerazioni di Cao in merito alla crescita e allo sviluppo futuro di questo comparto lasciano trasparire un forte coinvolgimento verso tutto quello che concerne una maggiore responsabilità ambientale: l’introduzione di additivi più ecologici, l’ammodernamento delle attrezzature legacy per rendere le aziende di produzione eco-compatibili e il “Green Fence”, l’insieme di norme ambientali e doganali per rendere l’industria del riciclaggio ancora più “pulita”, sono alcuni aspetti di un rinnovamento che lo stesso governo sta appoggiando.

Infine, in virtù del continuo sviluppo della Cina anche il costo del lavoro sta aumentando, spingendo le aziende ad automatizzare. E mentre il prezzo del petrolio è sceso, dividendo in due l’opinione, per Cao l’unica cosa che conta davvero è realizzare un prodotto che soddisfa le esigenze del cliente.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here