CASE HISTORY Vero Project e Omsaf: più competitivi negli stampi complessi ed estetici

Gli stampi realizzati da Omsaf sono destinati a diversi settori applicativi.
Gli stampi realizzati da Omsaf sono destinati a diversi settori applicativi.

Con sede a Casto (BS), Omsaf nasce nel 1978, in un momento in cui il mercato necessitava di professionisti nel settore della costruzione di stampi per la pressocolata e l’iniezione di materie plastiche. Da allora l’azienda non ha mai smesso di crescere in termini di portafoglio clienti, di dimensioni e attrezzature.

«Oggi – spiega il titolare Romeo Facchetti – possiamo contare su un organico composto da una trentina di persone, impegnate quotidianamente a soddisfare le esigenze di un mercato prevalentemente italiano. Attività che si è sempre più orientata verso lo sviluppo di stampi complessi e di dimensioni sempre più importanti, oltre che estetici». Diversi i settori serviti negli anni, dall’idraulica all’arredamento mobili da giardino al sempre più prevalente automotive, che oggi raggiunge circa l’80% del fatturato (attestatosi lo scorso anno a oltre 2,5 milioni di euro, in crescita nell’anno in corso).

Sicuro punto di forza, oltre al diversificato parco macchine, è senza dubbio per l’azienda bresciana l’ufficio tecnico, attrezzato con software Cad/Cam di ultima generazione, utilizzato da ben 8 addetti (ovvero pari a circa il 30% del personale) altamente specializzati.

Nato per il mondo degli stampi, Workplan fornisce a Omsaf funzionalità mirate per gestire al meglio tutto il processo produttivo, dalla preventivazione alla realizzazione dello stampo.
Nato per il mondo degli stampi, Workplan fornisce a Omsaf funzionalità mirate per gestire al
meglio tutto il processo produttivo, dalla preventivazione alla realizzazione dello stampo.

«Software e applicativi che permettono – prosegue Facchetti – l’ingegnerizzazione del particolare, la progettazione dello stampo e la programmazione delle macchine utensili. Senza tralasciare la parte di simulazione iniezione plastica e processo di pressocolata, grazie alla quale possiamo effettuare verifiche pregresse e agire, di conseguenza, finalizzando lo stampo stesso in modo ottimale». Chiave e di rilievo tra i software impiegati da Omsaf è Workplan di Vero Software, Erp dedicato alla gestione di tutto il processo produttivo dalla preventivazione alla realizzazione dello stampo (totalmente basato su un’interfaccia grafica con modello 3D), fornito e implementato da Vero Project.

Romeo Facchetti, titolare di Omsaf di Casto (BS).
Romeo Facchetti, titolare di Omsaf di Casto (BS).

Pensato per lo stampista
«La decisione di adottare il software fornito da Vero Project – spiega Facchetti – è stata la naturale evoluzione di un’esigenza sempre più spinta di poter gestire ogni stampo, ogni commessa, in modo rapido, mirato, snello e immediato». Una delle difficoltà rilevate da Omsaf negli applicativi precedentemente impiegati, era infatti una progressiva “macchinosità” nello svolgere attività di gestione quotidiane, al passo con le accresciute esigenze operative.

«Ci si è trovati a un certo punto a dover investire troppo tempo, risorse e personale sul software – aggiunge Facchetti – per poter ottenere tutti i dati necessari alla corretta gestione di ogni commessa. Ovvero stampi aventi univoca storia, componentistica tra loro diversa, con un ciclo di sviluppo di prodotto studiato di volta in volta per ottimizzare tempi e metodi, oltre che controllo preciso e continuo dei costi e dei tempi di realizzazione».

Workplan consente a Omsaf di pianificare le attività basandosi sulle priorità di commessa e sulle risorse macchina disponibili.
Workplan consente a Omsaf di pianificare le attività basandosi sulle priorità di commessa e sulle risorse macchina disponibili.

Nato per il mondo degli stampi, Workplan è la soluzione sviluppata da Vero Software e gestito in esclusiva per l’Italia da Vero Project in grado di fornire funzionalità mirate per gestire al meglio tutto il processo produttivo dalla preventivazione alla realizzazione dello stampo. Esso permette di avere sotto controllo i costi, i tempi di realizzazione, la disponibilità dei materiali (magazzino), di raccogliere le ore in officina, in ufficio tecnico. Uno strumento indispensabile per elevare la competitività, ridurre sprechi e “colli di bottiglia”, organizzare al meglio, migliorare l’efficienza e i profitti dell’attività.

Tempi di produzione brevi e capacità di fornire prodotti di indiscussa qualità devono infatti essere gli ingredienti per il successo di un’azienda. Per fare questo è tuttavia necessario poter controllare e ottimizzare i processi aziendali e di produzione in modo snello. In altre parole, una pianificazione industriale mirata ma che viene comunemente percepita come investimento oneroso, che non sempre genera un effettivo ritorno. In particolar modo nel settore degli stampi, ambito con esigenze specifiche, e che richiede prodotti di semplice implementazione e, soprattutto, di facile uso.

«Workplan ci ha colpito positivamente proprio per queste peculiarità – continua Facchetti – e si differenzia proprio per essere un ambiente software semplice, efficace e pensato per il mondo dello stampo e per soddisfare le esigenze specifiche di un’attrezzeria meccanica come la nostra. In esso abbiamo fatto confluire tutti i programmi prima gestiti separatamente, eccezion fatta per la parte puramente amministrativa, per ora trattata a parte. In sintesi un bacino unico sul quale agire e dal quale poter attingere dati, incluse statistiche prima impensabili da rilevare con precisione e rapidità. Altro aspetto determinante è che è stato un investimento con valore di acquisto e tempi di inserimento certi fin dall’ordine».

A soddisfare Omsaf è, come già sottolineato, la semplicità d’uso, confermata dal fatto che il software, attraverso precise gerarchie di accesso, viene ormai quotidianamente consultato dai vari operatori impegnati nel processo di sviluppo di prodotto.

Vista interna dell’unità produttiva di Omsaf.
Vista interna dell’unità produttiva di Omsaf.

Dalla progettazione alla costruzione
Decisiva per l’attività svolta da Omsaf è la parte di progettazione, sezione che si occupa di modellazione del prodotto finale e di ogni parte dello stampo con modellatori solidi (tra cui alcuni moduli Visi sempre forniti da Vero Project), modellatori di superfici e di messa in tavola del progetto.

«Utile in questa fase – rileva lo stesso Facchetti – è il collegamento diretto tra i moduli Visi di progettazione e di simulazione e Workplan, con ordini direttamente gestiti dall’ufficio tecnico. Un uso molto spinto quindi della parte Cad e dell’integrazione con la gestione della commessa. Cosa che in precedenza veniva segmentata e della quale non si poteva avere una visione soddisfacente e globale».

Dettaglio stampo realizzato coi moduli Visi.
Dettaglio stampo realizzato coi moduli Visi.

Molto apprezzati e utilizzati tra i moduli Visi da Omsaf, non solo Visi Mould (soluzione completa per la progettazione dello stampo), Visi Flow (strumento per l’analisi di pre e post produzione) e Castle (software specifico per la simulazione del processo di pressocolata), ma anche PartXplore, potente visualizzatore e analizzatore di file Cad 3D e 2D sempre sviluppato dal gruppo Vero software. Capace di leggere e importare tutti i principali formati e trasformarli in formato Step, esso mantiene la struttura ad albero originale, i livelli, i colori e gli attributi delle entità, e permette di valutare: angoli di sformo, sottosquadri, spessore medio e puntuale, ingombro, superficie e molto altro.

Grazie alla diversificata dotazione software, Omsaf presta attenzione anche alla parte di simulazione iniezione plastica e processo di pressocolata.
Grazie alla diversificata dotazione software, Omsaf presta attenzione anche alla parte di simulazione iniezione plastica e processo di pressocolata.

«L’obiettivo futuro – sottolinea Facchetti – è quello di estendere sempre più l’uso di PartXplore anche dagli addetti in officina, limitando l’uso di carta e, soprattutto, rendendo più rapida e flessibile la circolarità delle informazioni necessarie alla produzione».

PartXplore si rivela dunque uno strumento indispensabile per migliorare la produttività, per la preventivazione, per risparmiare ore di lavoro per la messa in tavola, la stampa di lunghe e costose tavole 2D. Elemento che insieme agli altri moduli Visi e a Workplan costituisce un ambiente che ha saputo elevare ulteriormente il livello di competitività dell’azienda, rendendola pronta per vincere nuove sfide di mercato.

Vista ufficio tecnico di Omsaf.
Vista ufficio tecnico di Omsaf.

Pronti per vincere nuove sfide anche per la fornitura dello strutturale
La costruzione dello stampo è l’insieme delle fasi che danno forma a ciò che era virtuale fino alla progettazione e che in questo frangente diventa reale. Da questo punto di vista Omsaf ha fatto negli ultimi anni importanti investimenti col preciso scopo di elevare ulteriormente la qualità del servizio offerto, nonché le dimensioni dei manufatti che è in grado di realizzare. «Lo scorso anno – spiega Luisa Facchetti, alla guida dell’azienda insieme alla sorella Mara e al padre, titolare, Romeo – abbiamo ampliato il nostro stabilimento, portando a 3.500 mq lo spazio disponibile. Opportunità che ci ha permesso di dedicare una zona dedicata per stampi di grandi dimensioni. Allo scopo abbiamo installato un carroponte da 30 tonnellate (in aggiunta ai 5 esistenti ndr) e una nuova pressa prova-stampi da 300 tonnellate, con passaggio colonne 2.400 mm, a supporto della già presente da 150 tonnellate, con passaggio colonne di 1.700 mm».

A disposizione ci sono macchinari ad alta velocità di ultima generazione (tra cui fresatrici a 3/4/5 assi, centri di rettifica e centri di tornitura) coi quali Omsaf è in grado di lavorare dimensioni massime di 7.000 x 3.000 x 2.000 con 3/5/6 assi controllati simultaneamente. «Investimenti mirati e conoscenze tecniche – conclude Facchetti – che oggi ci vedono pronti anche per la fornitura in campo automotive di stampi pressocolata delle parti strutturali, oltre che la lavorazione di pezzi dal pieno». Lavorazione di pezzi dal pieno per la quale l’azienda ha maturato una considerevole esperienza, grazie anche all’inserimento di una macchina dedicata (fresatrice orizzontale a 4 assi in continuo, provvista di cambio pallet, 120 utensili). Un’ulteriore opportunità che comunque ricalca la normale modalità operativa del reparto di costruzione stampi dell’azienda, in grado di seguire dalla prima campionatura al controllo pezzo, gestendo eventuali modifiche in corso d’opera, sino al prodotto finito e stampaggio produzione.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here