Assofond: assemblea generale il 22 settembre

Nel 2016, l’industria fusoria italiana (1055 le imprese attive – dato ISTAT 2014) ha prodotto 2,088 milioni di tonnellate di getti ferrosi e non ferrosi, in crescita del 2,8%. Positiva anche la variazione tendenziale dell’output fatta registrare tra gennaio e luglio di quest’anno.

“Negli ultimi mesi la produzione è tornata a far registrare volumi importanti – commenta Roberto Ariotti, presidente di Assofond, la Federazione Nazionale Fonderie -. Il messaggio che portiamo è sereno e ottimista. La domanda è interessante, una condizione che non si verificava da qualche anno, anche se permangono aree di debolezza in settori chiave, come l’oli & gas”.

Il comparto
Il 76% delle fonderie italiane è concentrato in 4 regioniLombardia (45%), Veneto(12%), Emilia-Romagna (10%), Piemonte (9%). In Lombardia sono presenti 482 aziende. Seguono Veneto (130), Emilia-Romagna (116), Piemonte (103).

L’assemblea
Anche di questi numeri si discuterà durante l’assemblea generale del 2017 di Assofond, la Federazione Nazionale Fonderie che associa 280 imprese dell’industria fusoria italiana, che si terrà venerdì 22 settembre presso Fonderia di Torbole, a Torbole Casaglia (BS). Durante la giornata di lavori, intitolata “Orgoglio 4.0 La fonderia guarda avanti”, la fonderia sarà raccontata da chi vive l’azienda ogni giorno, per testimoniare, appassionare ed emozionare.

“Intendiamo testimoniare – anticipa il presidente Ariotti – otto diversi modi di fare impresa, attraverso il racconto di otto colleghi, che parleranno di sé stessi e della propria attività. Otto imprenditori che, pur con le loro diversità, sono accomunati da un elemento: sono tutti attivi in imprese sostenibili, che operano nel perimetro dell’economia circolare, che tanto stiamo sottolineando e promuovendo”. Non a caso lo scorso anno i lavori si erano concentrati sul tema dell’economia circolare, della quale le fonderie sono perfetto esempio, riutilizzando metalli ferrosi e non nel proprio ciclo produttivo. Durante l’assemblea 2017 ci si focalizzerà anche sulla trasmissione di una precisa identità di settoreproprio attraverso le parole degli stessi imprenditori.

In quest’ottica, la giornata sarà opportunità di concreto incontro tra attori della stessa filiera: presso Fonderia di Torbole, infatti, saranno presenti 40 stand espositivi di altrettante aziende provenienti da tutta Italia, clienti e fornitori del comparto fusorio.

Dopo l’introduzione del presidente Assofond, Roberto Ariotti, il programma dell’assemblea proseguirà con la relazione “Gli italiani sono un popolo di imprenditori?” di Luca Paolazzi, direttore Centro Studi Confindustria. Seguirà “Storytelling con i fonditori per testimoniare, raccontare, appassionare ed emozionare” con Marco Bigliardi, amministratore delegato Microfound srl, Marco Bruschi, ex titolare Bruschi spa, Gianluigi Casati, direttore generale Fonderia Casati spa, Roberto Dalla Bona, presidente e amministratore delegato Fonderie Guido Glisenti spa, Enrico Frigerio, consigliere delegato EF Group, Chiara Valduga, presidente Gruppo Cividale, Franco Vicentini, amministratore VDP Fonderia spa e Fabio Zanardi, presidente, consigliere e amministratore delegato Zanardi Fonderie spa.

Successivamente interverrà Maurizio Landini, segretario nazionale Cgil. A moderare sarà Fiorenza Bonetti, direttore responsabile Siderweb.

Nel pomeriggio sarà possibile visitare i reparti produttivi della Fonderia di Torbole.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here