A colloquio con Alessandro Scalici: puntare su innovazione e internazionalizzazione

Alessandro Scalici, responsabile
vendite dell’azienza Pantostamp.

Investire in innovazione – di prodotto e di processo – portando avanti una strategia di espansione aziendale che mira a consolidare e ampliare sempre più il proprio business sui mercati internazionali. È questa la filosofia aziendale di Pantostamp, con sede ad Opera (MI), azienda nata nel 1976, che si è focalizzata, nell’ultimo ventennio, nella costruzione di stampi multi-cavità per iniezione di materiale termoplastico destinati al mercato del packaging e più specificatamente ai settori beverage, cosmesi, farmaceutico e spray. Ma più in generale, ad ogni comparto industriale in cui ci sia la necessità di impiegare stampi tecnici per alti volumi produttivi e la realizzazione di prodotti di largo consumo. A raccontarcelo è Alessandro Scalici, responsabile vendite di Pantostamp.

Pantostamp realizza stampi multi-cavità per iniezione di materiale termoplastico destinati al mercato del packaging e più specificatamente ai settori beverage, cosmesi, farmaceutico e spray.

A quali mercati vi rivolgete con la vostra produzione?
I nostri clienti sono soprattutto aziende multinazionali con sedi in Italia e all’estero. In Italia il settore degli stampi multi-cavità per iniezione di materiale plastico è abbastanza attivo, perché c’è sempre necessità di prodotti consumer nuovi e diversi. Sia perché la domanda cambia frequentemente in base alla ricerca di nuovi formati e per assecondare nuovi trend estetici, sia perché a mutare sono anche le esigenze produttive e operative dei clienti stessi. Quello italiano resta per la nostra azienda, un mercato importante, in cui tendiamo a consolidare costantemente la nostra storica presenza e dove si trovano ancora in parte nostri migliori clienti.

L’azienda opera nel comparto Beverage, anche con la costruzione di stampi legati alla fornitura di impianti di produzione completi.

Nonostante ciò, uno dei nostri principali obiettivi riguarda l’aumento del fatturato proveniente da Paesi europei ed extra Europa. Attualmente serviamo aziende straniere in Francia, Germania e Spagna, ma anche clienti asiatici, soprattutto in Cina, e nel Centro America, in Messico. Sul panorama internazionale c’è una forte concorrenza che punta l’attenzione soprattutto sul livello qualitativo dello stampo che viene prodotto, più che giocare una partita al ribasso sul prezzo del manufatto.

Come vi approcciate a questi Paesi e con quali modalità?
Da un lato facciamo conoscere i nostri prodotti e i nostri processi di lavoro partecipando, quando possibile, alle principali fiere di settore internazionali, dall’altra cerchiamo di avviare partnership e collaborazioni con aziende costruttrici di presse, per offrire insieme al Cliente soluzioni di impiantistica complete. Una strategia che mira a creare un lavoro di team, cercando di fare rete con realtà industriali attive nel medesimo settore di attività.

Stampo per pistone siringa per produzione in camera bianca.

Quali sono i settori industriali di riferimento per Pantostamp?
Operiamo ad esempio nel comparto beverage, dedicato ai superalcolici, con la costruzione di stampi legati alla fornitura di impianti di produzione completi. Grazie alla collaborazione con aziende costruttrici di presse e di macchine di assemblaggio siamo in grado di seguire il cliente su tutta la sua linea di produzione. Questo è un comparto industriale che richiede stampi capaci di garantire una lunga durata, a causa di ritmi elevati di lavoro, ma anche cicli veloci e una produzione che solitamente si aggira su milioni di pezzi. In particolare, per questo settore, Pantostamp costruisce stampi che vengono sempre corredati da sistemi di sicurezza tecnologicamente avanzati, progettati per proteggere lo stampo da scorrette manovre o difettosità di processo. Altro nostro importante comparto d’attività è quello farmaceutico e spray, per cui produciamo stampi per componenti destinati a pompe ed erogatori di vario genere. Questo settore industriale solitamente richiede alte precisioni operative, data la complessità e la ridotta dimensione di alcuni prodotti. Gli stampi richiesti devono essere inoltre in grado di lavorare in ambienti altamente asettici come, per esempio, le camere bianche. Un altro settore da sempre in continua crescita e sviluppo è, infine, quello della cosmesi. In questo ambito Pantostamp garantisce l’utilizzo di materiali specifici e certificati, trattamenti termici e superficiali dedicati e l’impiego di tecnologie che consentano di ottenere delle linee di chiusura complesse di altissima qualità e grande cura nella finitura superficiale delle parti stampanti, per raggiungere eccellenti risultati estetici. Per ogni settore di applicazione Pantostamp correda sempre la fornitura dello stampo con una serie di ricambi per i componenti più delicati, tenendo inoltre a magazzino delle scorte pronte alla spedizione.

Stampo per erogatore spray

Quali sono le caratteristiche degli stampi che offrite al mercato italiano ed estero?
Pantostamp progetta e costruisce stampi multi-cavità normalmente per alta produzione industriale, ovvero destinati a mercati che necessitano di elevati volumi produttivi. Produciamo anche stampi pilota, seguendo il cliente nella fase di realizzazione di un prototipo fino alla prima campionatura, per poi passare alla costruzione dello stampo produttivo con dimensioni di massima di circa 700 x 1000 mm. Oggi i clienti non cercano più solo la produzione di uno stampo secondo le proprie specifiche tecniche o che sia adatto per andare in contro a particolari esigenze di produzione. Le aziende tendono soprattutto ad acquistare un servizio, soluzioni per migliorare i propri progetti e i propri processi di lavoro, assistenza durante la messa in produzione dello stampo realizzato e, infine, una pronta collaborazione post-vendita in caso di necessità.

Elettroerosione a tuffo.

Con quali servizi in particolare vi rivolgete alle aziende?
Pantostamp è in grado di eseguire tutte le fasi di lavorazione necessarie perché uno stampo sia pronto per essere messo a tutti gli effetti in produzione. Nello specifico, partiamo dalla progettazione di uno stampo o affianchiamo il cliente nella progettazione del pezzo che vuole costruire, grazie al nostro ufficio tecnico interno. Pantostamp offre, inoltre, un servizio di ricambi a disegno e di manutenzione stampi, insieme al supporto necessario per riprogettare, disegnare e costruire ogni elemento da sostituire negli stampi con precisione ed efficienza, consentendo così al cliente un rapido riavvio di produzione e un adeguato recupero di competitività. Eseguiamo, infine, anche i test e i collaudi degli stampi grazie al nostro piccolo reparto corredato da 2 presse iniezione 80 e 280 tonnellate. Dopo l’assemblaggio viene infatti effettuata al nostro interno una campionatura dello stampo per collaudarne e verificarne al meglio la perfetta funzionalità. Se richiesto dal cliente, Pantostamp mette a disposizione schede di stampaggio e parametri per l’avviamento dello stampo alla produzione, nonché offre collaudi personalizzati da condurre direttamente con gli addetti dell’azienda committente.

Rettifica tangenziale a cnc nello stabilimento Pantostamp.

Cosa può fare uno stampista del vostro settore per restare competitivo sul mercato?
Pantostamp, anche se è una piccola azienda, investe molte risorse in attività di ricerca e sviluppo, sia a livello di innovazione di prodotto, che di processi di lavorazione. L’innovazione è a nostro parere un aspetto fondamentale per un’impresa che vuole restare attiva e competitiva sul mercato italiano ed estero. Negli ultimi anni, ad esempio, abbiamo rivolto grande attenzione allo sviluppo di processi automatizzati con l’obiettivo di ottimizzare la nostra produttività interna. A questo si affianca il tentativo di sperimentare nuove soluzioni tecnologiche capaci di assicurare al cliente un prodotto finale che possa aiutarlo a produrre in modo più sicuro e con minori costi. Ci siamo inoltre affacciati all’impiego di tipologie diverse di stampaggio a iniezione, come l’in-mold assembling, che offre la possibilità di integrare nel ciclo di stampaggio l’assemblaggio appunto dei pezzi prodotti, eliminando dove possibile la necessità di eseguire lavorazioni successive, tramite macchinari dedicati. Importante per il comparto medicale e farmaceutico anche la riduzione del rischio di contaminazione dei pezzi offerta da questa tipologia operativa, dovuta allo spostamento del prodotto dall’area di stampaggio a quella di assemblaggio.

Fase di collaudo interno eseguito da Pantostamp su tutti gli stampi prodotti.

Parlando di innovazione, qual è la sua opinione in merito alla produzione additiva?Da molti anni stiamo sperimentando processi di additive manufacturing con alcuni nostri clienti. In particolare, questa tecnologia si è rivelata utile per la produzione di pezzi con una “sagome” complesse, che prevede, ad esempio, la realizzazione di canali di raffreddamento conformati. Questi sono tutti casi in cui, la tecnologia tradizionale avrebbe richiesto costi di lavorazione troppo elevati per raggiungere il risultato richiesto o non avrebbe garantito un prodotto sufficientemente efficiente. Quando abbiamo fatto ricorso alla sinterizzazione siamo riusciti sempre a soddisfare i nostri clienti, con il vantaggio di aver eliminato la scomposizione di alcuni particolari (semplificando quindi il processo di manutenzione dello stampo) e velocizzato il ciclo di stampaggio o di aver ottenuto finiture superficiali sul pezzo migliori di quelle che si potevano raggiungere con un raffreddamento tradizionale. Al momento, però, usiamo questo tipo di tecnologia ancora in bassa percentuale, per circa un 5% della nostra produzione totale, perché continua ad avere costi piuttosto alti e, anche se garantisce buoni risultati, non tutti i clienti sono disposti a riconoscere o possono riconoscere il maggior esborso economico.

Centro di lavoro a 5 assi con automazione.

Un’ultima domanda: cosa significa eccellenza di lavoro per la vostra azienda?
Per noi raggiungere l’eccellenza è riuscire a evadere l’ordine del cliente con la maggiore puntualità e qualità possibile, rimanendo competitivi sul mercato a livello di prezzi proposti. Ciò significa produrre cercando di comprendere al meglio le esigenze del cliente, per proporgli il miglior prodotto, con il miglior rapporto qualità-prezzo, per consentirgli di produrre secondo le sue aspettative e senza problemi. Tutto ciò è però possibile se il costruttore di stampi investe nella formazione e nell’aggiornamento dei propri dipendenti e nell’impiego di tecnologia all’avanguardia. Da non dimenticare, inoltre, la necessità sempre più stringente ed attuale per un’azienda come la nostra di dotarsi anche dei più adeguati e aggiornati sistemi di pianificazione e gestione della produzione, per poter programmare ogni fase di lavoro interna, mantenendo il giusto grado di flessibilità.

Per Pantosdtamp il ricorso all’additive manufacturing si è rivelato utile per la
produzione di pezzi con una “sagome” complesse, che prevede, ad esempio, la realizzazione di canali di raffreddamento conformati.

Carta Identità dell’azienda e ciclo di lavoro
Azienda: Pantostamp, Via Staffora, 14 A1-A2 / 16 Opera (MI) 20090 Italy
Referente: Alessandro Scalici
Tipologia stampi costruiti: stampi multi-cavità per iniezione di materiale plastico
Settori di riferimento: packaging, farmaceutico, cosmesi, spray
Materiali utilizzati: acciai normalmente di fornitura Uddeholm
Software utilizzati: programmi di progettazione cad-cam Cimatron e Delcam, software gestionali Vero Solutions
Tecnologie di costruzione stampi: linea produttiva di fresatura 3 assi Hermle, centro di lavoro a 5 assi Mikron con automazione, torni Haas, rettifica in tondo cnc Jones and Shipman, elettroerosioni a filo e tuffo Sodik e Mitsubishi, sala metrologica con macchine ottica e a contatto Mitutoyo. Presse iniezione per collaudo stampi 80 e 280 ton.
Tempi medi di consegna: dai 90 ai 120 giorni in base alla tipologia dello stampo e al ciclo produttivo
Quota Export su fatturato: 23% (2014) – 34% (2015) – 38% (a Luglio 2016) Organizzazione logistica: interna
Website: http://www.pantostamp.it/

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here